Loud Albums

WINTERSUN – ‘The Forest Seasons’

Avevamo un dubbio sui piani futuri dei Wintersun dopo cinque anni di assenza, crowdfunding interrotto e poi ripreso per realizzare un nuovo album e collaborazioni extra dei vari componenti. E invece ecco il combo finlandese che non solo ritorna sulle scene, ma lo fa con un terzo studio album complesso, ma maestoso e raffinato. ‘The Forest Seasons’ è teatrale già nella sua architettura: quattro lunghe tracce a rappresentare la perfezione del ciclo naturale delle stagioni, nella pienezza dei colori e dei suoni della foresta. La scelta può sembrare inizialmente ostica ed in effetti risulta coraggiosa da parte della band, perché se è vero che la compattezza sembra essere una delle caratteristiche principali del lavoro, è anche vero che risulta molto difficile da assimilare. Forti di un compositore attento ed ispirato come Jari Mäenpää, i Wintersun hanno davvero qualcosa da dire ed esplorano tutte le loro potenzialità in questi quattro brani dalle mille sfumature. C’è il melodic death tanto caro in Scandinavia, ma anche quella vena epic metal che ha reso così appetibile la proposta della band. La Primavera introduce l’album con un sospiro leggero tradotto nelle armonie sottili dei chitarristi, che sembrano aver trovato un’intesa ed un’affinità del tutto nuove e più consistenti. Ci aspetteremmo un Autunno, ma soprattutto un Inverno, agli apici massimi di questo disco, ma pur essendo due pezzi che incedono alternando growl a clean voice, orchestrazioni delicatissime a veri e propri martellamenti della sezione ritmica, è in realtà l’Estate a dominare su tutto il lavoro. ‘The Forest That Weeps (Summer)’ è un vero, piccolo capolavoro, la summa delle qualità artistiche dei Wintersun, il vero trampolino di lancio del disco e a parere di chi vi scrive, della carriera della band. Perchè ciò che leggiamo tra le righe questo pezzo è un’apertura a nuove soluzioni, sempre vicine al melodic death, ma con un carattere spiccato e deciso. Speriamo che questa sia la direzione futura della band, che riesca ad essere ancora più originale distaccandosi dai soliti grandi nomi della scena verso un suono più corposo, ricco, con moltissima attenzione agli arrangiamenti, tutte caratteristiche che possono e devono essere sviluppate ulteriormente, ma che rendono ‘The Forest Seasons’ un album denso, da ascoltare con attenzione e scoprire piano piano, un dettaglio per volta.

Tracklist:
01. Awaken From The Dark Slumber (Spring)
02. The Forest That Weeps (Summer)
03. Eternal Darkness (Autumn)
04. Loneliness (Winter)

Line-up:
Jari Mäenpää – voce
Teemu Mäntysaari – chitarra
Asim Searah – chitarra
Jukka Koskinen – basso
Kai Hahto – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

BRITISH STEEL - I dettagli della compilation dedicata alla nuova scena HM britannica

Post successivo

BLACK STAR RIDERS - Il lyric video di 'Cold War Love'