Loud Albums

WHITE MOTH BLACK BUTTERFLY – ‘Atone’

Quando c’è un nuovo progetto di Daniel Tompkins (TesseracT, Zeta, ex-Skyharbor), la sottoscritta non resiste alla tentazione di andare subito ad ascoltarlo e a curiosare nelle pieghe del geniale cervello del cantante inglese. Questa volta ci ritroviamo con i White Moth Black Butterfly, un progetto cosmopolita e leggerissimo che vede il frontman dei TesseracT accompagnato dalla dolcissima Jordan Turner, dal chitarrista Keshav Dhar, già collega neigli Skyharbor e i due statunitensi Randy Slaugh e Mac Christensen. Quanto progressive rock c’è in questo disco? La risposta è senza dubbio: pochissimo. Si tratta di un album dai colori pop, raffinatissimo ed elegante, che sconfina nell’elettro-pop e nella darkwave, sempre in punta di piedi, frusciando piano. Quindi perché recensiamo un disco pop? Perché quando c’è questa qualità non possiamo certo far finta di niente e Daniel Tompkins ci garantisce un’anima vicina a quelle dei Sigur Ros e dei Portishead, quindi ci sono tutti gli ingredienti per tuffarsi nelle burrose note di ‘Atone’. Il singolo ‘Tempest’ è uno degli episodi più entusiasmanti del disco, che vede la Turner protagonista e non solo comprimaria, per un effetto finale coinvolgente ed emozionante. Il soffio impercettibile della bella ‘An Ocean Away’ e la morbidezza di ‘Evelyn’, regalano quella notevole qualità che ci ha inchiodati all’ascolto e che rende tutto il disco molto più di un sottofondo. Il disco è perfetto per chi ama lo stile e l’attitudine di Tompkins, per chi si diverte a vagare trasognato nei campi dell’experimental, per chi trova interessante lo sconfinamento del progressive rock in ambiti più soft.

Tracklist:
01. I: Incarnate
02. Rising Sun
03. Tempest
04. An Ocean Away
05. Symmetry
06. II: Penitence
07. The Sage
08. The Serpent
09. Atone
10. III: Deep Earth
11. Evelyn

Line-up:
Daniel Tompkins – voce
Jordan Turner – voce
Keshav Dhar – chitarra
Randy Slaugh – tastiere
Mac Christensen – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

TALES OF GAIA - ‘Hypernova’

Post successivo

ANVIL - L'annuncio delle date italiane di Firenze e Brescia