Loud Albums

WEDNESDAY 13 – ‘Condolences’

Una svolta decisamente heavy ed oscura quella di Wednesday 13, principe dello splatter punk in musica, fautore di un horror rock ispirato da sempre ad Alice Cooper e ai Twisted Sister. Mastermind di gruppi come Frankenstein Drag Queens From Planet 13 e Murderdolls, Wednesday 13 –al secolo Joseph Poole- regala due ottimi album solisti tra il 2005 e il 2006 –‘Transylvania 90210: Songs of Death, Dying, and the Dead’ e ‘Fang Bang’-, permeati di humor nero e di un gusto semplice ed efficace che non riuscirà a riprodurre in seguito con la stessa efficacia. Ed oggi torna in pompa (funebre) magna sulle scene con Nuclear Blast dopo essersi autoprodotto per diversi anni, con ‘Condolences’, album dalle tinte dark ad iniziare dall’artwork della copertina, elegante… per uno come Poole, s’intende. ‘Last Rites’ apre questo disco e ottiene un piacevole effetto sorpresa: suoni più rocciosi, cupi, importanti, lontani dalla leggerezza sfrontata dei primi dischi. E se a primo impatto questa è una nota positiva, a lungo andare durante l’ascolto si trasforma in nota dolente di un lavoro che forse si prende troppo sul serio. Il tono funereo non si stempera mai e pur mantenendo uno standard alto, come non succedeva da tempo per il cantante americano, rimaniamo comunque in un limbo di luci soffuse che non brillano veramente mai, nemmeno in un fuoco fatuo. Manca un guizzo di fantasia che fino a questo momento non era mai mancata nella produzione di Wednesday 13, anche in episodi meno riusciti della discografia. Ci sono pezzi molto interessanti come ‘Blood Sick’ e ‘ You Breathe, I Kill’, dove il tema sanguinolento si amalgama a riff efficaci per un risultato estremamente catchy. Alla batteria troviamo un figlio d’arte, Kyle Castronovo fa un ottimo lavoro dietro le pelli e in ‘Cruel To You’ compare anche il blasonato genitore Deen, per un cameo di squisita fattura. Wednesday 13 è da sempre attento a tutti i dettagli, dal look alla musica, ma pur regalandoci la prova migliore degli ultimi anni, confeziona un album piacevole, ma che scivola via senza lasciare troppe tracce. E forse noi eravamo abituati troppo bene a seguire le tracce di questo fantasma in giro per cimiteri la notte, a vedere i segni delle unghiate del licantropo e i morsi del vampiro. Il tocco più heavy è efficace, ora Wednesday 13 dovrebbe trasportare questo nuovo sound, più solido, nei buchi melmosi nei quali siamo abituati a cercarlo, perché è strisciando lì, imbrattato di sangue, che riesce ad esprimersi al meglio.

Tracklist:
01. Last Rites
02. What The Night Brings
03. Cadaverous
04. Blood Sick
05. Good Riddance
06. You Breathe, I Kill
07. Omen Amen
08. Cruel To You
09. Eulogy XIII
10. Prey For Me
11. Lonesome Road To Hell
12. Condolences
13. Death Infinity

Line-up:
Wednesday 13 – voce
Roman Surman – chitarra
Jack Tankersley – chitarra
Troy Doebbler – basso
Kyle Castronovo – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

ALESTORM - Cancellato il concerto di Frosinone per elezioni comunali

Post successivo

LIONSOUL - Guarda il video di 'Next Genesis'