Loud Reports

VINTAGE TROUBLE – Il report del concerto @ Carroponte (MI) – 04.07.2017

Serata di gran festa al Carroponte, dove la Barley Arts mette a segno un nuovo colpaccio, portando nuovamente in Italia i Vintage Trouble di Ty Taylor: scoperti da Doc McGhee (leggendario manager di Kiss, Bon Jovi e Mötley Crüe…), hanno conquistato grandi palchi, suonando per Who e Rolling Stones. Li avevamo visti in Italia al Bloom di Mezzago un paio di anni fa, e la loro carica prometteva grandi cose.

Aprono le danze i Lucky Chops, quartetto di fiati con Scaletta Lucky Chops Milano Carropontebatterista nato nelle metropolitane di New York nel 2006, amatissimo combo che aveva al Carroponte un proprio pubblico, accorso appositamente per applaudirli . Josh Holcomb (trombone), Daro Behroozi (sax tenore), Charles Sam (batteria), Joshua Gawel (tromba) e Raphael Buyo (sousaphone) hanno costruito online la propria fama online grazie ai video del loro canale Youtube. Tra cover rock e pop e materiale originale, propongono un set allegro e dinamico, senza un attimo di tregua né respiro.

Scaletta Vintage Trouble Milano Carroponte

I Vintage Trouble salgono sul palco verso le 22:30: Ty Taylor con il suo rigoroso completo bianco mette subito le cose in chiaro, mostrando l’anima del suo R&B senza trattenersi, tra acrobazie e spettacolari esecuzioni vocale, non perde un colpo: scende tra il pubblico (inseguito dall’inseparabile roady che si cura della prolunga del cavo del microfono in adamantio) e tra un assolo dello svedese Nelle Colt e un salto mortale trova anche il tempo di regalare una piuma di pavone a una piccola ed eccitatissima spettatrice.
Avevamo già visto come Ty riesce a coinvolgere il pubblico nei piccoli club, ma non pensavamo che avrebbe osato riproporlo all’aperto: munitosi – questa volta – di un microfono senza fili, Ty attraversa la folla per poi tornare sul palco facendo crowdsurfing, sostenuto da un pubblico osannante La sua interazione con gli spettatoriVintage trouble & lucky chops jam, però, non finisce qua, perché tra un coro e un dialogo, un assolo di tromba e un battito all’unisono di mani e cuori, torna in mezzo alla gente per farla sedere a terra, richiamando i ritardatari uno per uno, sempre al ritmo delle emozionanti canzoni dei Vintage Trouble. Non manca una bella jam session per la quale tornano sul palco i Lucky Chops, a prestare i loro fiati giocando con Ty e soci.

Se volete avere un assaggio di quello che vi siete persi, guardate il loro ultimo video ufficiale ‘Knock Me Out‘ o uno dei molti altri video presenti sul loro canale Youtube ufficiale. Alla fine di un lungo e caldo concerto, i Vintage Trouble attraversano la folla per raggiungere il gazebo del merchandising dove, però, si impegnano a firmare e a incontrare tutti, anche quelli che non comprano nulla e che sono lì solo per abbracciarli e ringraziarli della bella, intensa serata che ci hanno regalato.

Testo e foto di Luca Fassina

 

 

 

 

 

Luca Fassina

Luca Fassina

Sono un giornalista musicale dal 1989, quando ho fatto parte della redazione che ha creato Hard! Nel 2006 ho iniziato a scrivere per Metal Maniac, dal 2012 scrivo per Classic Rock. Ho scritto la biografia dei Vanadium e curato quella della Strana Officina (Crac Edizioni). Per la Tsunami Edizioni ho scritto "On Stage, Back Stage", "100 Rock Ballad selezionate da Marco Garavelli", "Headbang '80" con P.G. Brunelli e tradotto la biografia di Marky Ramone, "Punk Rock Blitzkrieg".

Post precedente

ADRENALINE MOB - Grave incidente. Morto il bassista David Z [In aggiornamento]

Post successivo

BIGFOOT - Guarda il video di 'The Fear'