Loud Albums

VIANA – ‘Viana’

Colpito dal talento di Randy Rhoads, Stefano Viana inizia a suonare all’età di 16 anni, nel pieno fulgore degli incredibili ed irripetibili anni 80. Influenzato da artisti come Whitesnake, Bon Jovi, Def Leppard, Ozzy Osbourne e Y&T, Stefano inizia la sua carriera nel mondo sommerso dell’underground hard rock, appassionandosi anche di tecniche di registrazione. Produce due CD mai pubblicati e dopo l’incontro con Mr. AOR (Alessandro Del Vecchio), inizia a prendere forma il suo sogno, quello di pubblicare finalmente un disco che racchiuda tutta la sua passione per la musica, una fotografia che immortali il suo amore per lei. Il progetto nasce nel 2009 ma a causa di gravi problemi il tutto si è dovuto congelare…sino ad ora. Street Symphonies pubblica finalmente questo debutto auto-intitolato, dove un hard rock profondamente melodico, arioso e positivo esploderà letteralmente nelle nostre orecchie e nei nostri cuori. Oltre a Viana ed al sopra-citato Alessandro Del Vecchio, sono della partita anche altri nomi noti della scena italiana, una su tutti la bella e brava Anna Portalupi (“partner in crime” di Alessandro anche negli Hardline), per poi proseguire con gli ottimi Francesco Marras (chitarrista del quale sentiremo parlare spesso in futuro), Alessandro Mori alla batteria, Pasquale India ai tasti d’avorio e Gabriele Gozzi negli onnipresenti e bombastici cori. Le coordinate sono quelle alle quali siamo abituati quando leggiamo il nome di Alessandro Del Vecchio, ovvero un hard rock pregno di melodia, dove il nostro onnipresente musicista si occupa di co-produzione (insieme al “titolare” Viana) testi e voce. Una prestazione vocale che ci spiazza, non tanto perché non consapevoli delle sue doti, ma quanto perché ogni volta Del Vecchio riesce a stupire con la sua voce, carica di sentimento e passione. Viana scrive la musica…e che musica! Il chitarrista compone un disco che davvero se fosse restato in quel cassetto ci avrebbe privati di un piccolo gioiello. Per fortuna la Musica (maiuscola) a volte sembra voler respirare, vivere di vita propria, indipendente. A volte sembra davvero che la Musica sia consapevole della propria beltà, e faccia di tutto per mostrarla, libera e felice. Viana assembla una tracklist ottimamente bilanciata tra slanci hard rock e magici momenti melodici, ficcanti ma mai scolasticamente scontati. Chi vi scrive deve ammettere che tra un disco black metal russo ed uno brutal death indo-cinese, questo ‘Viana’ è stato davvero un colpo al cuore: emozionante, poetico, passionale, positivo. Una pietra preziosa.

Tracklist:
01. Straight Between Our Hearts
02. Bad Signs
03. Feel Your Love Tonight
04. Night On Fire
05. Follow The Dawn
06. A New Love
07. Living A Lie
08. Just To Sing
09. Open Road
10. That Place Is You

Line-up:
Stefano Viana – chitarra
Alessandro Del Vecchio – voce
Gabriele Gozzi – cori
Francesco Marras – chitarra
Anna Portalupi – basso
Pasquale India – tastiere
Alessandro Mori – batteria

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

ECLIPSE - Working My Day Away

Post successivo

RAMMSTEIN - Guarda il live video di 'Mutter'