Loud Albums

THUNDER AND LIGHTNING – ‘The Ages Will Turn’

Certo che l’underground heavy metal è davvero un mondo senza fine. Non passa giorno senza scoprire nuove band di cui vale la pena approfondire la conoscenza. Oggi tocca ai Thunder And Lightning, formazione berlinese attiva dal 2004. Non proprio dei novellini insomma, considerando anche in questo tempo hanno pubblicato quattro album, mediamente autoprodotti. Come autoprodotto è il nuovo ‘The Ages Will Turn’, che ci viene presentato in un elegante digipack. E soprattutto, accompagnato da un ottimo sound, pulito e potente come ci si aspetterebbe da una produzione di livello, che permette di gustare appieno le sonorità della band. Sonorità classiche, vicine a un certo power metal dalle inflessioni epiche, che fanno pensare spesso e volentieri agli Orden Ogan, quando non proprio ai Blind Guardian. Le ritmiche compatte richiamano i primi, certe armonie vocali i secondi, nella loro ricercatezza – vedi la splendida ‘Silent Watcher’. Altrove, i punti di riferimento appaiono più vicini ad un classico power metal – la quadrata ‘Black Eyed Child’, l’immediata ‘Hysteria’. Non solo, anche se sono le inflessioni classiche a prevalere, i Thunder And Lightning non hanno paura di appesantire il loro sound, come in ‘Eternally Awake’, in cui melodie epicheggianti si sposano a un riffing ai confini dell’estremo. Il succo, l’avrete capito, è quello di un disco molto vario, oltre che davvero curato dal punto di vista dei dettagli – gli arrangiamenti in primis… Un pezzo come ‘Columbia’, con la sua alternanza tra parti melodiche e potenti, sarebbe assolutamente degno di una band major, e non si tratta per forza di un’eccezione – lo stesso discorso può valere per la corale title-track, in cui l’ombra del Guardiano Cieco fa ancora una volta capolino, dietro a un riffing poderoso. L’avrete capito, ‘The Ages Will Turn’ è un disco di valore, tanto più notevole per il fatto che con i Thunder And Lightning si parla di una band indipendente. Pollice ben alto per loro.

Tracklist:
01. The Ravaging Overture
02. Welcome To The Darkside
03. Silent Watcher
04. Black Eyed Child
05. Eternally Awake
06. Columbia
07. One Blood
08. The Ages Will Turn
09. Hysteria
10. Mary Celeste

Line-up:
​Norman Dittmar – voce
Marc Wüstenhagen – chitarra
Benjamin Dämmrich – chitarra
Robert Rath – basso
Steve Mittag – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

CRYSTAL VIPER - The Witch Strikes Back

Post successivo

ROTTING CHRIST - Il report del concerto @ Traffic live, Roma - 10.03.2017