Loud Albums

THROWNNES – ‘The Passage And The Presence’

Recitiamo un mea culpa per il ritardo con il quale ci occupiamo di questa validissima band meneghina, che con un disco tanto breve quanto violento riesce a sconvolgere i nostri neuroni. I Nostri suonano un hardcore davvero estremo, un crust dove retaggi post black metal e grindcore si fondono in un alchimia malata e disturbante. Brani della durata media di due minuti ci vengono letteralmente buttati in faccia con una sfrontatezza che viene perdonata solo grazie al talento dei giovani musicisti coinvolti. Un hardcore facilmente accostabile ai Nails ed in parte ai Converge più violenti ed incontrollati, con vocal all’acido muriatico ed una sezione ritmica che prosegue dritta come un auto-bomba. Belli i riff di chitarra, doppiati fedelmente da un basso che talvolta si permette dei contrappunti interessanti in grado di uscire dal mix. Musica velocissima e corrosiva dicevamo, dove anche il death metal fa capolino (nel brano ‘Servant And Supplicant’), in mezzo a tanti stop’n’go e tanta cieca velocità grindcore. La band – nei propri testi – si occupa di filosofia e religione, con tanto di monicker mutuato dal filosofo tedesco Martin Heidegger (1889-1976), il quale fu il primo a coniare il termine “thrownnes”, riferendosi alla esistenze individuali degli essere umani, “gettati” nel mondo. Con una line-up misteriosa questo disco è stato registrato, mixato e masterizzato ai Toxic Basement Studio. ‘The Passage And The Presence’ è un ottimo disco di musica “estrema-mente” intelligente.

Tracklist:
01. Verfall
02. Unclean Lips
03. The Fertile Abyss
04. Olympus Of Appearance
05. Error Sewer
06. Servant And Supplicant
07. Thalassic Regression
08. Fragment Of A Crucifixion

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

VENDETTA – 'The 5th'

Post successivo

OBITUARY - Ascolta la nuova 'A Lesson in Vengeance'