Loud Albums

THE WIZARDS – ‘Full Moon in Scorpio’

Avevo sentito parlare bene dei The Wizards e del loro classico hard rock sabbathiano. Tanto da ordinare questo ‘Full Moon in Scorpio’, che però è rimasto come spesso accade inascoltato. Troppo poco tempo a disposizione, troppe band in circolazione. Finché ho trovato il secondo disco del quintetto basco eletto disco del mese dagli amici del magazine tedesco Deaf Forever. Il pensiero è stato immediato, vuoi vedere che… in questo modo, ‘Full Moon In Scorpio’ si è guadagnato quanto meno un primo ascolto. A cui ne è seguito un altro, e un altro ancora. Sì perché è un disco che merita attenzione. Non è un capolavoro, forse. Ma mette in mostra buone idee e personalità. I The Wizards si ispirano ai Sabbath, ma lo mettono in mostra. E oltre ai giganti di Birmingham si ispirano a tutto l’hard rock settantiano, con un pizzico di epicità ottantiana in ‘Odinist’, ma anche atmosfere psichedeliche alla Doors in ‘Leaving The Past Behind’ – brano che ospita un guitar solo di Ross The Boss – e richiami zeppeliniani in ‘Halftones To Eternity’. E allora non resta che farsi cullare dalla loro musica, che sa alternare impatto e melodia in modo magistrale, complice un ottimo guitarwork e un cantato maschio, ma di grande suggestione. Da notare ancora la conclusiva ‘When We Were Gods’, che racchiude nei suoi oltre sette minuti richiami a praticamente ogni aspetto dell’hard settantiano, Blue Oyster Cult compresi nelle loro atmosfere spacey. Interessante, molto.

Tracklist:
01. Avidya
02. Calliope (Cosmic Revelations)
03. Odinist
04. Stardust
05. Leaving the Past Behind
06. Halftones to Eternity
07. Who Are you, Mr. Gurdjieff?
08. When We Were Gods

Line-up:
Ian Mason – voce
Phil – chitarra
George – chitarra
Count Baraka – basso
Dave – batteria

 

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

MUNICIPAL WASTE - Guarda il video di 'Breathe Grease'

Post successivo

BLACK SABBATH - Il trailer del film-documentario 'The End Of The End'