Loud Albums

THE RIVEN – ‘Blackbird’ EP

Direttamente da Londra (L apostrofo Ondon in inglese secondo gli aspiranti ex-gieffini) ecco a voi i The Riven! Preparate le collane di fiori, i pantaloni a zampa e gli occhialoni da sole, perché qua c’è da fare un salto indietro nel tempo, fino agli anni ’60. Hippies fino al midollo, questi quattro sudditi di sua Maestà si presentano al mondo con un EP intitolato ‘Blackbird’ e con la voce della bella e bravissima singer svedese Charlotta. ‘Blackbird’ è un piccolo gioiellino di retro-rock, pseudo soul e heavy-rock. Come dite? Blues Pills? Beh sì, i punti in contatto con il gruppo scandinavo sono molti, a cominciare dalla somiglianza vocale tra le due frontwomen. Va detto però che i The Riven hanno un sound più sporco e gracchiante, quasi più blues. In questo caso l’autoproduzione aiuta, non sappiamo quanto questa scelta sia voluta o sia frutto della poca esperienza in studio, ma ogni song lascia trapelare sangue e passione come se piovesse.L’opener ‘Ain’t No Doctor’ è una bomba rock che ci esplode dritta dritta nel cuore e nella mente dell’ascoltatore. Impossibile non scatenarsi su questi ritmi senza tempo, figli di un amore viscerale per questa musica e per un’epoca ormai lontana. La title-track è invece un viaggio nell’acida psichedelia nata dall’incontro delle dilatate chitarre di Arnau Diaz e la sempre suadente voce di Charlotta. Che roba ragazzi! Cinque canzoni che sono cinque perle incastonate nella pietra del Monte Rock. Stiamo esagerando? No, per niente. Fate vostro questo EP, lasciatevi rapire e volate insieme a noi sulle eteree note che i The Riven hanno saputo regalarci durante i nostri (tanti) ascolti di ‘Blackbird’. Non ve ne pentirete affatto.

Tracklist:
01. Ain’t No Doctor
02. Tower
03. Blackbird
04. Killer On The Loose
05. One Last Time

Line-up:
Charlotta Ekebergh – voce
Arnau Diaz – chitarra
Max Ternebring – basso
Olof Axegärd – batteria

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

HARLOTT - 'Extinction'

Post successivo

THE UNITY - Guarda il video di 'No More Lies'