Loud Albums

THE NECROMANCERS – ‘Servants Of The Salem Girl’

Immaginate il Maligno in persona che mescola nel suo calderone il classic rock dei Molly Hatchet alle melliflue influenze dell’occult rock dei Coven, lo spolvera del miglior marciume preso dai Black Sabbath e lascia il tutto a ribollire sotto il sole del deserto. Vi siete fatti un’idea? No? Allora prendete ‘Servants Of The Salem Girl’ dei The Necromancers e avrete lo stesso effetto. Questi quattro psychedelic occult rockers francesi hanno dipinto uno scenario apocalittico e assolutamente affascinante, dove ci sono tutti gli elementi per farsi inesorabilmente trascinare in un grande album. Date una rapida occhiate ai soli sei titoli della tracklist per ritrovarci black humor, occultismo, religione, amore per la letteratura e il cinema horror. Impossibile segnalare gli highlights di questo disco, perché è un unicum completo ed efficace, una roulette impazzita che si ferma ora sul colore southern di ‘Lucifer’s Kin’, ora sul rock and roll più scanzonato di ‘Black Marble House’. Dalla settantiana ‘Necromancers’ alla massiccia ‘Grand Orbiter’, dove non manca nemmeno un roccioso rimando alla NWOBHM, la tracklist si incastona tra le due parti di ‘Salem Girl’, che aprono e chiudono il disco con il loro strisciare nero e inquietante. Un album vecchio stile, pieno di amore per il passato ma mai calco perfetto ed inutile dei gruppi citati. Questi ragazzi sono giovani, ma la Ripple Music continua a mettere a segno dei grandi colpi per la sua scuderia e i The Necromancers hanno tutte le carte in regola per andare davvero lontano. Fate girare quella bottiglia, attizzate il fuoco e state attenti ai mostri che ci guardano dal buio, alle nostre spalle: scacciateli con la musica o lasciate che parta ‘Servants Of The Salem Girl’ e arrendetevi.

Tracklist:
01. Salem Girl Part I
02. Lucifer’s Kin
03. Black Marble House
04. Necromancers
05. Grand Orbiter
06. Salem Girl Part II

Line-up:
Tom Cornière – voce, chitarra
Robin Genais – chitarra
Simon Evariste – basso
Benjamin Rousseau – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

U.D.O. - Nuovo album a settembre 2018

Post successivo

PARADISE LOST - Il quarto trailer del nuovo album 'Medusa'