Loud Albums

THE DARK ELEMENT – ‘The Dark Element’

Prendete l’ormai ex-bambino ma senza dubbio ancora prodigio dei Sonata Arctica Jani Liimatainen, dategli carta bianca per comporre un album che spazi dal power metal all’hard rock ed immaginatelo a scrivere pensando alla voce delicata di Anette Olzon: ecco come ci immaginiamo la nascita di ‘The Dark Element’. Attenzione, perché sulla scatola dovreste trovare abbastanza facilmente le istruzioni per l’uso: Non ingerire se non tollerate Sonata Arctica e i Nightwish di ‘Dark Passion Play’. Istruzioni da seguire alla lettera, perché l’atmosfera è imbevuta dello spirito dei due gruppi originari di questi due artisti, ma trattandosi di canzoni composte da un songwriter del calibro e dell’eleganza di Liimatainen, non possono essere sterili e noiose copie. La title-track posta subito in apertura del disco mette le cose in chiaro, qui si fa sul serio e la band sembra ridare alla Olzon quella linfa vitale che le mancava e che la rende davvero splendente. Confermano la prima impressione gli altri due singoli del lavoro, ‘My Sweet Mystery’ e ‘Here’s To You’, con i loro ritornelli accattivanti che squarciano le nubi scure addensate in lyrics e ci ricordano la presenza dell’elemento oscuro annidato in tutti i cuori. Una bella commistione tra melodie sognati ed attacchi diretti senza esclusione di colpi, come l’inaspettato growling in ‘Dead To Me’ –ad opera di Niilo Sevänen-, che testimoniano come Liimatainen abbia davvero una marcia in più. Troverete in questo disco la dolcezza semplice e pulita di ‘I Cannot Raise The Dead’ accanto alle cavalcate di ‘The Ghost and the Reaper’ e agli splendidi assoli di Jani, il tutto sempre perfettamente cucito addosso ad Anette, che sembra finalmente a suo agio accanto a dei finlandesi. ‘The Dark Element’ è un disco estremamente melodico, catchy, che sembra spianare la strada a di più di un progetto sporadico, pur avendo bisogno di consolidarsi e crescere. Piacerà a chi già segue il genere e a chi, come la sottoscritta, apprezza la venatura rock nella voce di Anette, senza forzati lirismi.

Tracklist:
01. The Dark Element
02. My Sweet Mystery
03. Last Good Day
04. Here’s To You
05. Someone You Used to Know
06. Dead to Me
07. Halo
08. I Cannot Raise The Dead
09. The Ghost and the Reaper
10. Heaven of Your Heart
11. Only One Who Knows Me

Line-up:
Anette Olzon – voce
Jani Liimatainen – chitarra, tastiere
Jonas Kuhlberg – basso
Jani “Hurtsi” Hurula – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

TIERRA SANTA - Rumbo a las Estrellas

Post successivo

DESTRUCTION - 'Thrash Anthems II'