Loud News

TANKARD – Rivelata la copertina del nuovo album ‘One Foot In The Grave’

Riceviamo e pubblichiamo:

È tempo di festeggiare i primi 35 anni di TANKARD e ovviamente non può mancare la colonna sonora adatta. Il diciassettesimo album in studio della band ‘One Foot In The Grave’ verrà pubblicato il 2 giugno su Nuclear Blast/Warner. Oggi la band svela l’artwork dell’album, che vede il ritorno – dopo circa tredici anni di assenza – della mascotte storica, il TANKARD-Alien. L’alieno fece la sua prima apparizione nel 1989 su ‘Alien-EP’ ed è stato protagonista di cinque copertine. Anche il fan club dei TANKARD ‘Maniac Aliens’ prende il nome da lui.
L’artwork è stato realizzato da Patrick Strogulski, allievo di Sebastian Krüger, l’artista che si è occupato di molte copertine dei TANKARD, tra cui quelle di ‘A Girl Called Cerveza’ e ‘R.I.B.’. Il cantante Gerre dichiara: “Mister Strogulski ha ancora una volta realizzato un vero capolavoro e ha superato se stesso. Inizialmente avremmo voluto che ci fossi io sulla copertina, ma per fortuna ci abbiamo messo l’alieno…”.  

L’8 aprile dalle 23 la radio tedesca Rock Antenne presenterà il primo singolo ‘Arena Of The True Lies’ durante la trasmissione ‘Tuff Stuff’: www.rockantenne.de/empfang.

‘One Foot In The Grave’ è stato registrato al Gernhart Studio (Troisdorf, Germania) con il produttore Martin Buchwalter (DESTRUCTION, SUIDAKRA) a gennaio 2017. La band ha offerto un piccolo assaggio dell’esperienza in studio nel seguente video:

www.tankard.info
www.facebook.com/tankardofficial
www.nuclearblast.de/tankard

Tankard one foot 2017

Luca Bernasconi

Luca Bernasconi

Classe 1972, fotografo professionista rock-metal di matrice prettamente “old school”.
Come fotografo, ho collaborato con Metallus.it, Truemetal.it, Metal Hammer Italia e dal 2005 al 2015 sono stato fotografo ufficiale di Metal Maniac.
Il mio sito personale: www.lucabernasconi.com
La mia pagina FB: www.facebook.com/lucabernasconiphotographer

Post precedente

HAVOK - ‘Conformicide’

Post successivo

LABYRINTH - Guarda il video di 'Someone Says'