Loud Albums

TALES OF GAIA – ‘Hypernova’

Sapete una cosa? Per noi è un onore e un piacere – dopo i tragici fatti che hanno sconvolto Barcellona e l’Europa tutta – trovarci tra le mani un disco di una band proveniente proprio dalla Ciudad Condal. L’unico modo per continuare la nostra vita come abbiamo sempre fatto è proprio tornare condurre un’esistenza normale, e sappiamo benissimo che il peggior nemico di qualsiasi terrorista o fanatico è proprio la normalità di tutti i giorni. Quindi con non celato entusiasmo riprendiamo in mano il nostro amato metal spagnolo – o catalano, ok – e lo facciamo proprio con il power metal dei Tales Of Gaia. ‘Hypernova’ è il primo full-lenght rilasciato dai sei musicisti iberici e ci riporta prepotentemente agli anni Novanta, epoca d’oro per il power metal melodico tutto. Acuti spaccaorecchie, doppia cassa inafferrabile, tastiere sognanti e chitarre al fulmicotone e che si rincorrono senza tregua sono proprio gli ingredienti che vanno a comporre questo album. Ci verrebbe da dire che lavori come il qui presente hanno (leggermeeeente) inflazionato il mercato metal e la scena europee, che ormai non è più tempo di unicorni, dragoni – in questo caso spaziali – e orchi assetati di sangue di elfo. Lo potremmo dire, certo… ma i Tales Of Gaia sono accattivanti e maliziosi come una Jessica Rabbit che ci si para davanti appena aperta la porta di casa! Parliamo quindi di una bellezza canonica, di standard rispettati e seguiti da anni, di regole prestabilite che non si possono infrangere, ma anche di ritornelli dannatamente efficaci, di una voce forse forse non così “già sentita” e di un gusto melodico estremamente raffinato. Brani come ‘Keep The Dream Alive’, come la bordata ‘Hyperspace’ – che figata i cori! – o la più classicheggiante ‘A Thousand Miles Away’ non sono originali, non sono vernice nuova che andrà a ringiovanire la carrozzerria di un power metal sempre solido e pronto alle sfide più importanti, ma ci piacciono e ci coinvolgono come non mai! Shhhcusate se è poco…shhcusate se è poco! Un headbanging sfrenato e un sorriso figlio della positività trasmessa dai tasselli che compongono ‘Hypernova’ ci accompagneranno per tutta la durata del lavoro, non annoiandoci praticamente mai e facendoci tenere l’attenzione sempre alta. Nulla di nuovo sul fronte ispanico quindi, ma solo tanta voglia di divertirsi e di gridare al mondo che nonostante tutto e tutti la musica non si fermerà mai. Bravi Tales Of Gaia!

Tracklist:
01. Prelude To Salvation (Instrumental)
02. Keep The Dream Alive
03. Soldiers Of Light
04. Hyperspace
05. City Of Dreams
06. My Right To Live
07. Knights Of Heidelberg
08. Wings Of Fire
09. A Thousand Miles Away
10. Flamma Ardet
11. Black Symphony (Bonus Track)
12. Black Standards (Bonus Track)

Line-up:
Néstor Català – voce
Javier Carrillo – chitarra
Raúl Moriana – chitarra
Miguel Clemente – tastiere
Carlos Leonardo – basso
Sergi Sabater – batteria

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

ANVIL - Tour europeo nel 2018, due date in Italia

Post successivo

WHITE MOTH BLACK BUTTERFLY – ‘Atone’