La redazione

Luca BernasconiLuca Bernasconi

Classe 1972, fotografo professionista rock-metal di matrice prettamente “old school”.
Come fotografo, ho collaborato con Metallus.it, Truemetal.it, Metal Hammer Italia e dal 2005 al 2015 sono stato fotografo ufficiale di Metal Maniac.
Il mio sito personale: www.lucabernasconi.com
La mia pagina FB: www.facebook.com/lucabernasconiphotographer

Luca FassinaLuca Fassina

Sono un giornalista musicale dal 1989, quando ho fatto parte della redazione che ha creato Hard! Nel 2006 ho iniziato a scrivere per Metal Maniac, dal 2012 scrivo per Classic Rock. Ho scritto la biografia dei Vanadium e curato quella della Strana Officina (Crac Edizioni). Per la Tsunami Edizioni ho scritto "On Stage, Back Stage", "100 Rock Ballad selezionate da Marco Garavelli", "Headbang '80" con P.G. Brunelli e tradotto la biografia di Marky Ramone, "Punk Rock Blitzkrieg".

Roman OwarRoman Owar

La folgorazione, non proprio spontanea, ebbe luogo sui campi di basket dei Ricreatori di Trieste negli anni ’80, quando chi non ascoltava Priest, Maiden e Saxon era automaticamente fuori dal gruppo. Negli anni tante cose sono cambiate, ma non l’amore per il metal tradizionale che mi ha spinto ad avvicinarmi alla carta stampata nel nuovo millennio, prima sulle colonne di Flash e successivamente su Metal Maniac. Credo fortemente nell’ispirazione divina di Kai Hansen e Michael Kiske, non ho mai avuto demoni al di fuori di King Diamond e mi permetto un’unica divagazione dalla “via classica” ovvero il progressive metal. Non capisco perché chi mi conosce sostiene che io non sia obiettivo a proposito dei Kamelot.

Sandro ButiSandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Gli autori

Alberto BiffiAlberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Fabiana SpinelliFabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Giulia MascheroniGiulia Mascheroni

"I know I don't belong/And there's nothing I can do/I was born too late/And I'll never be like you" potrebbe essere la summa della mia adolescenza solitaria, passata ad imparare a memoria album, biografie e testi.
Dal 2013 vivo a Londra e, a parte sopravvivere, tutta la mia vita ruota attorno alla musica dal vivo, dalle vecchie glorie del passato alle band più underground.
Dal 2014 collaboro con Rock Hard Italia e Classic Rock Lifestyle e la mia missione personale è cercare di far scoprire anche al pubblico italiano cosa è "in" o "out" da queste parti.
Nel tempo libero suono la batteria, ma questa è tutta un'altra storia.

Mara CappellettoMara Cappelletto

Il mio nome è quello del demone del sesto cielo dei buddhisti e può essere tradotto dal sanscrito come morte e pestilenza... in alcune lingue indoeuropee la Mara è un incubo. A casa giravano vinili di prog italiano e straniero, ma anche AC/DC, Litfiba, Pino Daniele e Ivan Graziani. Ho passato l’adolescenza, quella triste e solitaria, ascoltando punk e ska. Iniziata al power metal a 16 anni dal mio migliore amico che trafugava dalla macchina di sua sorella Halloween, Savatage e lacca per capelli, poco dopo ho scoperto il magico mondo del death e del thrash e ben presto, sono approdata al black, genere che da allora mi ha sempre accompagnato. Non esco mai senza la mia macchina fotografica e senza lo smartphone. Non è difficile incontrarmi in giro per i boschi del centro Italia. Ho collaborato con diverse webzine sia in veste di fotografa che di recens… rice? Recensitora? Recensitrice? Vabbe, ci siamo capiti.

Martino Brambilla PisoniMartino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Massimo Incerti GuidottiMassimo Incerti Guidotti

Ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: tre incarnazioni del Sabba Nero in altrettante decadi, il canto di un Dio tra Paradiso (Perduto) ed Inferno, i fiordi ed i Kamelot in Norvegia, lo Sweden Rock Festival, il Fato Misericordioso ed il Re Diamante, il sognante David Gilmour a Pompei, i Metal Gods in Polonia, uno straziante Placido Domingo alla Scala. Sono stato sommerso dal fango in Svizzera per il 'Big 4'... ma sono ancora qui. E tutti quei momenti non andranno mai perduti nel tempo, perchè: "All I Want, All I Get, Let It Be Captured In My Heart".
Modenese, metallaro, milanista, nonostante tutte le sue nefandezze, amo la vita e la possibilità che l'arte (a 360°: in primis cinema, letteratura e fumetti) mi offre di viaggiare con la mente sprigionando la mia fantasia. Basta un disco o un concerto per sentirsi in Finlandia sotto una nevicata, anche se il paese più affascinante e variopinto del mondo rimane la nostra Italia. Doom on!

I collaboratori

Alberto 'Sentenza' SassiAlberto 'Sentenza' Sassi

Ho iniziato con le dipendenze metalliche da ragazzetto, all'alba dei famigerati anni '90. Eroi musicali senza tempo mi hanno protetto in quel controverso periodo, facendo sì che il cuore sia oggi saldamente irlandese, lo spirito scandinavo, e l'armatura che mi veste di puro acciaio britannico. Ufficialmente ho iniziato a scrivere qualcosa su Metal Maniac qualche anno fa, oggi spero solo di dare un piccolissimo ma passionale contributo al sostegno della scena.

Alessio AondioAlessio Aondio

Classe ’83, come Agassi la folta chioma mi ha abbandonato troppo presto, comunque, che sia Hard, Heavy, Epic, Doom, US Metal, Thrash o Speed, basta che non manchi personalità e qualità. Esigente? Non così tanto dai, la Musica è un piacere, se non è buona che piacere è? Al bando scontatezza e mediocrità, il look non conta se manca la sostanza (Metal Church docet!), meno male che in giro ce n'è sempre parecchia: mai giudicare dal logo in copertina, che siano le orecchie a decidere

Bruno GuarascioBruno Guarascio

Sono un fotografo e un chitarrista. Ascolto rock e metal da 25 anni e credo che non mi stancherò mai di farlo. Ho scritto su molte fanzine e webzine negli anni passati ed ora è venuto il momento di iniziare questa nuova avventure con Loud And Proud !
Seguitemi su https://www.facebook.com/brunoguarasciophotgraphy/

Cesare 'Metalshow' MacchiCesare 'Metalshow' Macchi

Da piccolo assieme a Mal e Rita Pavone ascoltavo Suzi Quatro e T.Rex.
Il giorno che scoprii i Deep Purple abbandonai Mal e poco dopo, grazie ai Led Zeppelin, dimenticai anche Rita Pavone. AC/DC e Iron Maiden mi hanno poi dato il colpo di grazia. Amo la scena rock/metal spagnola che seguo da anni e mi appassiona la fotografia.

Dario BerettaDario Beretta

Chitarrista dei Drakkar e dei Crimson Dawn, Dario ha sempre coltivato la passione della scrittura, prima in Metal Hammer e poi in diverse testate web. Sino ad approdare nel 2016 a Loudandproud.it

Marco 'Mac' BrambillaMarco 'Mac' Brambilla

Classe 1981, folgorato dal metal a 18 anni, non ho più smesso. Dal 2007 in poi mi sono buttato nei report, nelle fotografie e nelle recensioni in ambito musicale, da Holymetal.com fino a Linearock-Radiolombardia.
Pagina facebook: https://www.facebook.com/MarcoBrambillaPhotosandMore

Marco ManziMarco Manzi

Introdotto al giornalismo musicale tramite Holymetal.com sin dal 2002, a partire dal 2008 ho colto l’occasione di unire la mia passione per la fotografia a quella per la musica, coprendo sopratutto la scena Nord Europea. Nel corso degli anni ha collaborato in diversi ruoli con diverse riviste stampate e online sia in Italia che all’estero: il mio lavoro é stato pubblicato su riviste come Metal Hammer, Metal Maniac, Zero Tolerance, Noisey, Soundi, Inferno… per citarne alcune.
Mi definisco più come un fan di musica che di un genere particolare, anche se prediligo il metal più estremo ed i classici anni ’70-’80, con un tocco di stoner/doom e rock psichedelico.

Paolo ManziPaolo Manzi

Creatore dello storico sito Holymetal.com, Appassionato di fotografia, soprattutto live e naturalistica, ha fatto diventare quest'ultima un vero e proprio lavoro. I suoi scatti sono stati pubblicati su molteplici riviste e siti web specializzati. Ama la scena metal nord europea e classica.

Il suo sito: www.paolomanzi.it

Serena CavallariSerena Cavallari

Seconda di tre figli di una massaia e di un operaio, che crebbe la sua prole tra attrezzi da falegname e plettri per chitarre. La musica è sempre stata un componente dell mia famiglia, e in ogni caso io sono figlia degli anni ottanta. Da adolescente fu inevitabile per me trovarmi in balia del fascino dei Led Zeppelin, dei Pink Floyd, dei Queen. Gente che aveva raggiunto l’apice della carriera proprio mentre ero spuntata fuori io, ma la cui musica, a differenza mia, non sarebbe mai invecchiata. Poi mi innamorai di Axl Rose, dello stile romantico e maledetto delle canzoni di Guns, di Ronnie James Dio e del suo gesto delle corna che gli ricordavano la nonna italiana. E a vent’anni presi consapevolezza che preferivo l’Ozzy post Sabbath a quello degli esordi nella band, che la svolta più grande della carriera degli Iron Maiden si chiamava Bruce Dickinson, e che il look dei Judas Priest avrebbe per sempre influenzato il mio guardaroba. Ho sempre creduto che il vero hard rock, il vero metal, fossero mitologie appartenenti ad un’epoca ormai passata. E forse lo credo ancora. La mia lista degli artisti su Spotify riporta, tra gli altri: Iron Maiden, Black Sabbath, Guns ‘n Roses, Rainbow, Amon Amarth, Van Halen, Venom, Patty Pravo e Rita Pavone. Sono un dinosauro da vecchia scuola imprigionato nel corpo di una trentaquattrenne. Poi una sera di un anno fa la mia amica e sorella Mara, non so come, mi porta (anzi, la porto io) ad un concerto degli Shining e dei Taake. Lì è stato l’inizio della fine del dinosauro, e l’inizio di una serie di inseguimenti ai clan dei metallari d’oltralpe, di concerto in concerto, di intervista in intervista, di prosecco in prosecco. Alla ricerca di band rumorose e fiere.

TrevorTrevor

Sono il cantante dei Sadist, ascolto Metal da quando ero poco più di un bambino. Da qualche anno la mia principale attività di cantante mi sta stretta, per questo motivo ho iniziato a scrivere su diversi magazine e parallelamente a condurre alcune trasmissioni radio. Ho lavorato per sette anni a Rock Tv e partecipato a diverse trasmissioni televisive, portando sempre con me il verbo del Metal! Lavoro per Nadir Music S.R.L. , dove mi occupo della direzione artistica, della promozione e dell’ufficio stampa. Ho messo in piedi un progetto solista 'Trevor And The Wolves' e presto uscirà anche il mio primo libro. In alto il nostro saluto!

Valerio LatartaraValerio Latartara

Nato a Taranto il 22/07/1981, professione infermiere e appassionato di cinema e rock, hard rock e metal vecchia scuola anni '70/'80. Generi preferiti: Rock anni '70, NWOBHM, Speed e Thrash metal. Purtroppo on the road solo dal 2005... anno in cui - laureatomi e trovato un lavoro stabile - raggiungo l'indipendenza economica. Ho cercato di recuperare gli anni persi andando a centinaia di concerti locali, nel resto dell'Italia e all'estero: acquisendo così esperienza e recuperando gli anni persi. Festival preferiti: Keep It True, Rock Fest Barcellona, Bang Your Head!