Talks

SOUND STORM – Into The Vortex

Il combo piemontese è riuscito a mantenere le buone promesse che ci aveva fatto e con la pubblicazione di ‘Vertigo’ si conferma una delle nuove stelle del nostro metallico italico cielo. Abbiamo l’occasione di parlare con la coppia di asce composta da Valerio Sbriglione e Rocco Sascha Mirarchi ed anche con la bella tastierista Elena Crolle. Durante l’intervista, veniamo poi raggiunti dal noto batterista Alessandro Bissa, valore aggiunto per questa band ricca di idee e buoni propositi.

sound-storm2

 

Innegabile il fatto che il concept di questo disco sia molto importante, al punto che ritengo sia un opera incompleta se non “capita” ed assorbita nella sua interezza. Disco e serie TV, cos’è nato prima? E come?
“(Valerio Sbriglione) In realtà il disco è nato insieme al concept, pensati entrambe in una visione cinematografica, l’idea della serie, piuttosto che un film, è nata successivamente.
“(Elena Crolle) Abbiamo scritto la musica pensando alle immagini che avremmo voluto usare…”
“(Valerio Sbriglione)… e l’incontro con Grey Ladder (casa di produzione torinese) è stato determinante sulla formula da utilizzare per la componente cinematografica”

Credo che i musicisti abbiano due differenti visioni all’alba dell’uscita di un loro lavoro: una realistica, una concreta e realizzabile aspettativa mentre l’altra maggiormente speranzosa in qualcosa di arduo. Un sogno. Siete d’accordo con me?
“(Valerio Sbriglione) Capisco quello che dici e t posso dire che a livello di business personalmente ero abbastanza disilluso, sopratutto dopo le esperienze passate. Sapevamo però di avere un prodotto forte, senza presunzione. Per questo motivo, pur avendo avuto diverse offerte non ne abbiamo ricevuta nessuna che ritenessimo adeguata. Abbiamo preferito accasarci presso la piccola Rockshots Records, piuttosto che diventare un numero come tanti in un etichetta qualsiasi.”
(Elena Crolle) Per me, quello che intendevo realizzare maggiormente era una forte empatia tra il pubblico e la nostra storia… Spero che per qualcuno sia stato così!”
(Rocco Sascha Mirarchi) Personalmente a livello di vendite non avevo molte aspettative, anche perché negli ultimi anni il mercato non è molto favorevole. La cosa importante è avere la possibilità di portare in giro il nostro lavoro attraverso lo spettacolo visivo – e non solo – che abbiamo allestito.”
Quindi scusate, dal vivo porterete il concept in modo teatrale? Uno spettacolo multimediale?

“(Valerio Sbriglione) Chi è stato a Lucca Comics ha già potuto farsi un idea di quello che saranno i nostro prossimi spettacoli. Essendo un festival molto grosso non abbiamo però avuto la possibilità di portare tutto lo show che avevamo preparato, ma insomma… sì! Sarà qualcosa di più di un semplice concerto e speriamo di poterlo presentare nella sua interezza il prima possibile.”
Se non sbaglio è il primo disco in cui il noto batterista Alessandro Bissa suona con voi. Come siete entrati in contatto con lui? Cosa ha portato in più nel vostro sound?
“(Elena Crolle) Alessandro ha una larghissima esperienza nel campo musicale, è una figura davvero importante e dalla mentalità aperta”
“(Rocco Sascha Mirarchi) Possiede una tecnica davvero sopraffina ed è sinonimo di affidabilità, oltre a tutto ciò che può insegnarci a livello organizzativo.”

Ognuno di voi mi dica i dischi che maggiormente l’hanno influenzato.
“(Valerio Sbriglione) Children Of Bodom, Wintersun e Nightwish.”
“(Rocco Sascha Mirarchi) Helloween, Pantera e Stratovarius.”
“(Elena Crolle) Nightwish, Dream Theater e Infected Mushroom.”

Rocco, Valerio, come vi dividete le parti delle chitarre?
“(Rocco Sascha Mirarchi) Allora principalmente le ritmiche sono omogenee e tendono a creare un muro di suono forte e compatto Ovviamente ci sono i soli principali che sono materia di Valerio. Poi ci sono le armonizzazioni che ovviamente studiamo insieme.”

Elena, ti sei occupata tu delle orchestrazioni?
“(Elena Crolle) Si! Ma anche Valerio che ha una passione viscerale per i corni francesi! Ma nessuno se ne spiega il motivo (risate -ndr)!

A questo punto, interviene Alessandro Bissa.
Ciao Alessandro, stavo chiedendo ai tuoi soci se ti hanno reclutato perché sei bravo o solo perchè sei famoso!
“(Alessandro Bissa) Per nessuno dei due motivi!”

Alessandro, se tu potessi scegliere cosa suonare, anche al di là del genere che ti ha reso noto, cosa suoneresti?
“(Alessandro Bissa) Sarò sincero, sono assolutamente soddisfatto dei Sound Storm ed in un pezzo come ‘Original Sin’ ad esempio, c’è tutta la mia anima musicale. Quel brano per me quanto mi riguarda è come se fosse un vestito su misura. Mi è stato cucito addosso.”

Avete in programma un tour, o comunque qualche data?
“(Valerio Sbriglione) Ci stiamo lavorando duramente e quantomeno nelle nostre intenzioni il 2017 sarò l’anno in cui dovremmo suonare maggiormente. Speriamo di confermare tutto ciò che abbiamo in ballo. A brevissimo annunceremo le prime news veramente interessanti sulla serie. Forse quando l’intervista sarà pubblicata le prime indiscrezioni saranno già uscite. Fin dal primo giorno di scrittura del concept, abbiamo sperato che il pubblico cogliesse sia il lato musicale che extra-musicale del progetto, per noi davvero fondamentale. Come dicevi giustamente tu all’inizio, sarebbe bellissimo se ci fosse qualche appassionato che si mettesse ad ascoltare/guardare entrambe le cose per avere un’ immagine completa del concept, del resto Vertigo è un mondo da noi creato, che non finirà con questo album.”

Line-up:
Fabio Privitera – voce
Valerio Sbriglione – chitarra
Rocco Mirarchi – chitarra
Elena Crolle – tastiera, piano
Massimiliano Flak – basso
Alessandro Bissa – batteria

Discografia:
The Storm Is Coming (2005)
Northern Wilderness (EP 2007)
Twilight Opera (2009)
Immortalia (2012)
Vertigo (2016)

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

WITHERFALL - Il debut album 'Nocturnes and Requiems' a febbraio 2017

Post successivo

KORPIKLAANI - Il lyric video di 'FC Lahti'