Loud AlbumsOver the Top

SORCERER – ‘The Crowning of the Fire King’

Chi l’avrebbe mai detto. Chi avrebbe mai detto che la scena doom, teoricamente nicchia tra le nicchie, si sarebbe rivelata tanto fertile e ricca. E’ un dato di fatto, in un mondo metal sempre più affollato, le band che decidono di seguire ritmi più lenti – non per forza, il doom non è solo questione di velocità o meno – mostrano regolarmente una qualità media davvero elevata. Questo fa sì che, da mesi se non da anni, formazioni cosiddette doom finiscano regolarmente ai piani alti delle classifiche dei diversi magazine, print o web non fa differenza. E questo 2017 non ha fatto finora differenza, con diverse ottime release proposte da band di estrazione doom metal, indifferentemente giovani o più esperte. ‘The Crowning Of The Fire King’, secondo full-length per gli svedesi Sorcerer (ma la band ha mosso i primi passi a fine anni Ottanta), ha tutte le carte in regola per collocarsi in cima a molte playlist di quest’anno. Già ‘In The Shadow Of The Inverted Cross’ aveva riportato la formazione di Stoccolma sotto i riflettori, due anni fa. Ora, questo nuovo album alta se possibile ancora l’asticella musicale, rivelandosi un concentrato perfetto di doom metal dalle inflessioni epiche. Epiche sì, se dovessimo trovare un nome specifico a cui accostare i Sorcerer, non potremmo non pensare ai Candlemass – anche se Anders Engberg non ha poi molto a che vedere con Messiah Marcolin. La sua voce è più cupa, anche se altrettanto duttile. I Sorcerer insistono spesso e volentieri sulla componente epica dei pezzi, abbinando riff pesanti come la lava a melodie dinamiche e (relativamente) immediate. I Black Sabbath del periodo Tony Martin possono essere un altro termine di paragone, anche se non mancano richiami, più o meno fugaci, all’hard rock. L’opener ‘Sirens’ e ‘Crimson Cross’ sono potenziali hit, dinamici nel riffing ed avvolgenti nelle melodie, come del resto la title-track, in cui i Sorcerer puntano sui cori per aggiungere pathos ed epicità – non siamo lontani dagli Atlantean Kodex… Come i migliori lavori del genere, ‘The Crowning Of The Fire King’ è un disco ammantato di malinconia, che però non risulta mai né statico né ripetitivo, complice un lavoro di chitarra di altissimo livello – la conclusiva ‘Unbereable Sorrow’ ne è un esempio evidente, eccellente guitar solo compreso… Due anni dopo, i Sorcerer non solo si sono ripetuti ma si sono superati, con un disco davvero ricco di idee oltre che di oscuro fascino musicale. Disco tutto da ascoltare.

Tracklist:
01. Sirens
02. Ship of Doom
03. Abandoned by the Gods
04. The Devil’s Incubus
05. Nattvaka
06. Crimson Cross
07. The Crowning of the Fire King
08. Unbearable Sorrow

Line-up:
Anders Engberg – voce
Kristian Niemann – chitarra
Peter Hallgren – chitarra
Johnny Hagel – basso
Richard Evensand – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

CELTIC FROST -Morto il bassista Martin Eric Ain

Post successivo

MASTER OF DISGUISE - Il lyric video di 'Shadows Of A Death'