Loud Albums

SINNER – ‘Tequila Suicide’

La costanza paga, si dice. Ed è tendenzialmente vero. Anche se ci sono band in giro da una vita, che sicuramente hanno raccolto meno di quanto avrebbero meritato. Un caso lampante di questo sono i Sinner. In pista dal 1980, la band di Stoccarda ha pubblicato la bellezza di diciotto (!) album senza mai fermarsi, e senza mai raggiungere fama e successo realmente notevoli. Tanto che Mat Sinner si è dovuto inventare i Primal Fear e poi il progetto Rock Meets Classic per garantirsi una vecchiaia confortevole… Una vita da insider tip verrebbe da dire, e probabilmente è vero. Anche se nel corso della loro storia i Sinner hanno mantenuto un livello qualitativo costante davvero alto, con brani e dischi degni di formazioni ben più ricche e famose. Difficile che con ‘Tequila Sunrise’ le cose possano cambiare, anche se il disco conferma tutti gli aspetti positivi della band: un songwriting variegato, che rimbalza tra hard rock ed heavy metal classico, con un’inedita escursione nel blues, chiamata appunto ‘Sinner Blues’. Mat Sinner è il più grande fan germanico dei Thin Lizzy, e continua a non fare nulla per nasconderlo – i richiami alla band irlandese ed al suo leader Phil Lynott sono evidenti lungo tutto il disco, ma alla fine fanno ormai parte del suono stesso dei Sinner. Il disco è ricco di spunti interessanti: ‘Go Down Fighting’ è un’opener energica e sorprendetemente moderna, la title-track e ‘Gypsy Rebels’ sono forse le tracce più lizzyane del disco, ‘Battle Hill’ pare un omaggio al Gary Moore celtico di ‘Wild Frontier’, ‘Loud & Clear’ guarda al passato della band e pare estratta da ‘Danger Zone’… Da notare che ‘Tequila Sunrise’ arriva dopo una mezza rivoluzione in casa della band, con l’ingresso di Tom Naumann e del nostro Francesco Jovino, non esattamente gli ultimi arrivati. Nonostante questo, il suono della band non è cambiato di una virgola o quasi. E anche questa è un’arte, in fondo… Un disco più che riuscito, opera di una band che dovrebbe stare ben più in alto nella considerazione di molti…

Tracklist:
01. Go Down Fighting
02. Tequila Suicide
03. Road To Hell
04. Dragons
05. Battle Hill
06. Sinner Blues
07. Why
08. Gypsy Rebels
09. Loud & Clear
10. Dying On A Broken Heart

Line-up:
Mat Sinner – voce, basso
Tom Naumann – chitarra
Alex Scholpp – chitarra
Francesco Jovino – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

ANGEL MARTYR - 'Black Book - Chapter One'

Post successivo

MEMORIAM - 'For The Fallen'