Loud Albums

SHAPE OF DESPAIR – ‘Alone In The Mist’

I finlandesi  Shape Of Despair sono considerati uno dei gruppi fondatori del funeral doom metal, genere che col passare degli anni ha raccolto migliaia e migliaia di proseliti dediti a sonorità lentissime, claustrofobiche ed oppressive. Personalmente ammetto di non aver approfondito troppo questo genere, nonostante degne di nota siano la tecnica, l’originalità e la passione messe in campo dalle band che lo portano avanti anno dopo anno. Questo ‘Alone In The Mist’ è la ri-registrazione di un demo del 1998 mai pubblicato e da molti potrebbe essere quindi considerato uno dei primi mattoni con cui è stata costruita la fortezza inespugnabile del funeral doom. All’interno di questa release troviamo brani dilatati e neri come le profondità dell’inferno, profondità che ovviamente non evocano immagini di gioia e spensieratezza.
Le cavernose e disturbanti vocals del singer Otso sono veramente difficili da digerire, almeno per stomaci abituati a ben altre specialità come i Nostri, e qualche elemento di originalità è rappresentato da un synth che qua e là crea un tappeto sonoro che allevia per un attimo le sofferenze dell’ascoltatore. Cinque pezzi (più outro) della durata media di nove minuti, sinceramente sono un bel macigno da caricarsi sulle spalle e – non ce ne vogliano i fedeli puristi del genere – purtroppo non riusciamo a trovare uno spiraglio di luce, che possa rendere questo disco apprezzabile alle nostre orecchie. Non ci resta ora che tornare a “riveder le stelle” dopo un’infinita e sofferente immersione nella dimensione più tenebrosa del genere che tutti ascoltiamo, lasciando volentieri la musica dei Shape Of Despair a chi veramente saprà apprezzarla.

Tracklist:
01. Down Into The Stream
02. To Adorn…
03. Shadowed Dreams
04. Woundheir
05. …In The Mist
06. Outro

Line-up:
Otso Mäensivu –  voce, batteria
Jarno Salomaa –  chitarra, synth
Tomi Ullgren – basso

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

THRESHOLD - Titolo del nuovo album e tour nell'autunno 2017

Post successivo

ETERNAL IDOL - Le prossime date live