Loud Albums

SCORDATURA – ‘Self-Created Abyss’

Logo “ovviamente” illeggibile, copertina iper-gore e tanta certezza di trovare l’ennesima band slamming brutal death metal. Fregati! Gli Scordatura sono artefici di un brutal death molto più classico ed artificieri in grado di far brillare la carica esplosiva all’interno di questo ottimo CD. Di “scordato” qui, non vi è proprio nulla, al punto che Owen McKendick e Derek Wright (rispettivamente chitarrista e bassista) riescono a creare un muro di suono impressionante, districandosi letteralmente tra complicatissimi riff e pesantissimi rallentamenti in grado di donare il giusto dinamismo alla loro proposta. Riescono ad essere anche discretamente originali i Nostri, sbattendoci in faccia parti semplici – ma mai scontate – proprio quando siamo ormai allenati nel seguire le belle e tecniche linee di basso. Daryl Boyce sembra essere un campionario di voci estreme, passando da rarissimi brutali vocalizzi vicini al pig squeal, a profondissimi growl, senza dimenticarsi di acidissimi scream. Una voce costantemente doppiata è quella che ci aggredirà in questo bel ‘Self Created Abyss’, dove il vero mostro è comunque l’esplosivo batterista Tam Moran, uno che di drumming estremo qualcosa ne capisce, visto che non si limita a mitragliarci con una doppia cassa costantemente noiosa o sterili blast beat, ma anzi riesce a donare la giusta dinamica ed il corretto groove. Un disco che cresce ad ogni ascolto al punto di arrivare a trovare “semplici” e “melodici” dei riff che in un primo momento ci avevano potuto spiazzare. Dieci pezzi della durata media di tre minuti e mezzo, ben prodotti, “cantati” da un vero demonio e suonati in modo spaventoso. Come diceva il buon Friedrich Nietzsche: “quando guardi a lungo nell’abisso, l’abisso ti guarda dentro”. Gli Scordatura con questo “abisso auto creato” ci permettono, se non di guardarlo, quanto meno di ascoltarlo.

Tracklist:
01. Repulsive Miscreation
02. Godforsaken Castigation
03. Malignant Form Of Inhumanity
04. Engineering Retribution
05. Consumed By Hatred
06. Servants Of Entrapment
07. The Vile Existence
08. Ritual Acts Of Malevolence
09. Self Created Abyss
10. Confessions Inscribed

Line-up:
Daryl Boyce – voce
Owen McKendrick – chitarra
Derek Wright – basso
Tam Moran – batteria

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

MEGADETH - Disponibile il loro videogioco 'Megadeth Invasion'

Post successivo

STEVE SYLVESTER – 40 years of Darkness and Light [Esclusiva Loudandproud.it]