Loud Albums

SABOTER – ‘Mankind Is Damned’

Ci sono band che mostrano in tutta evidenza, in pochi secondi, le loro influenze. Bastano pochi attimi di ‘Purifier’ perché si materializzi davanti agli occhi il fantasma del Painkiller priestiano. Lo stesso incedere serrato, un guitarwork tagliente, e soprattutto uno screaming di fatto indistinguibile da quello di Rob Halford, opera però di tale Antonis Vailas. Possiamo archiviare i Saboter come cloni dei Judas Priest, quindi? No, sarebbe di certo ingeneroso e in fondo anche poco corretto. Indubbiamente l’ombra della “steel machine” di Birmingham appare più volte lungo ‘Mankind Is Damned’, primo full length di questo quintetto ateniese. Ma non è di certo l’unica influenza della band. Che si muove su territori assolutamente classici, tanto da far affiorare anche echi maideniani in un doppio guitarwork sempre efficace. E di tanto in tanto pare guadare oltre Oceano, con una concretezza tipica del metal statunitense. Quello che conta è che i Saboter, oltre alla passione, ci mettono anche indubbie capacità, che permettono a pezzi come la citata ‘Purifier’, ma anche la più quadrata ‘Ghost In The Machine’ e l’epicheggiante ‘Sands Of Time’, di lasciare il segno. Considerando che si tratta di un esordio ufficiale, i Saboter si rilevano davvero promettenti, pronti per mettersi alla prova nei festival più tradizionali in giro per l’Europa. Ascolto consigliato.

Tracklist:
01. Purifier
02. Assassins
03. Prevailing Dictators
04. Marching Death
05. Impaler
06. Ghost In The Machine
07. Sacred Catalyst
08. Sands Of Time

Lineup:
Antonis Vailas – voce
Chris Tsakiropoulos – chitarra
Nick Markoutsakis – chitarra
George Kanellopoulos – basso
Vagelis Felonis – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

TOSELAND - 'Fingers Burned'

Post successivo

POISON - La prima foto della reunion 2017