Loud Albums

PACO VENTURA – ‘Black Moon’

Ad alcuni il nome Paco Ventura dirà poco ma per gli amanti della scena iberica significa decisamente molto. Chitarrista, compositore e colonna portante della storica formazione di Rock andaluso Medina Azahara sin dalla fine degli anni 80, è un punto di riferimento nonché uno tra i più influenti artisti dell’attuale panorama musicale di Spagna e America Latina. ‘Black Moon’ è uscito l’anno scorso, ma vale la pena parlarne perché la qualità del disco è davvero impressionante, così come impressionante è la lista degli artisti che vi hanno collaborato: Joe Lynn Turner, John Norum, Bruce Kulick, giusto per citarne alcuni… Il genere è un hard rock che più classico non si può con marcate influenze che derivano direttamente dagli anni ‘70 quando, Deep Purple e Rainbow ne scrivevano le migliori pagine. Eppure non è un disco che sa di vecchio, tutt’altro: suona fresco, frizzante e moderno, anche se profondamente tradizionale al tempo stesso. Hammond e tastiere sono sempre presenti ma discreti, lasciando spazio e visibilità alle chitarre di Ventura e dei super ospiti presenti. La produzione è ottima e riesce a mettere nella giusta luce anche il suono di basso e batteria, pieno, rotondo ed avvolgente. L’album alterna sapientemente brani tirati a trascinanti mid-tempo e, per cercare di fare breccia su più fronti presenta alcuni brani interpretati sia in castigliano che in inglese da parte degli special guest. Si parte quindi con la orecchiabile e veloce ‘Vencer Tu Miedo’, riproposta anche in inglese da Goran Edman (Malmsteen, John Norum…) come ‘Get It Forever’: ottimo brano che, per la metrica della linea vocale, trovo più affascinante nella versione spagnola. ‘Black Moon’ è probabilmente il mio pezzo favorito e sicuramente quello che rimane maggiormente impresso sia per la melodia che per l’andatura inarrestabile che ricorda un po’ la mitica ‘Long Live Rock’n’Roll’ dei Rainbow e un po’ ‘Lazy’ dei Deep Purple. Ricorda ho detto, non copia né imita, ma assimila e rielabora dando vita un pezzo veramente da mille, impreziosito da un assolo davvero ispirato di John Norum. ‘El Final’, cantata dal bravissimo Javier Gonzalez (una vera sorpresa) e interpretato altrettanto bene dall’ospite di lusso Joe Lynn Turner nella trasposizione in inglese ‘The End’ è un pezzo che potrebbe benissimo fare parte della miglior discografia dei Rainbow o, perché no, dei Rata Blanca. E a seguire ‘En Tu Piel’, un po’ alla Whitesnake vecchia maniera con solo di chitarra di Patrick Rondat. ‘Fragil Cristal’ è un altro pezzo tirato e pieno di melodia con assolo di Roland Grapow (Helloween, Masterplan) nella versione originale e cantato con anima e cuore dal nostro Fabio Lione nella versione inglese, ed è l’unico pezzo che preferisco in versione anglosassone. E per concludere uno strumentale ‘Arabestia’ interpretato dalla magica chitarra di Kiko Loureiro. Un disco davvero sorprendente che unisce passato e presente, e che dà nuova energia e vigore ad un genere nato più di quarant’anni fa e che, grazie anche a lavori come questo, gode tuttora di ottima salute.

Tracklist:
1. Vencer tu Miedo
2. Black Moon (John Norum)
3. El Final
4. Solo Por Ti
5. El Juego (Patrick Rondat)
6. Despiértame
7. En Tu Piel (Bruce Kulick)
8. Fragil Cristal (Roland Grapow)
9. Por Ti Volaré (Carlos Marin)
10.Buscando la Luz
11.Get Over It Forever (Goran Edman)
12.The End (Joe Lynn Turner)
13.Fragile Cristal (Fabio Lione/Roland Grapow)
14.Arabestia (Kiko Loureiro) instrumental
15.The End (Joe Lynn Turner) versión acústica

Line-Up:
Paco Ventura – chitarra
Javier González – voce
Charly Rivera – basso
Tini Fernández – batteria
Rafa Peña – tastiere

Editor's Rating

Cesare 'Metalshow' Macchi

Cesare 'Metalshow' Macchi

Da piccolo assieme a Mal e Rita Pavone ascoltavo Suzi Quatro e T.Rex.
Il giorno che scoprii i Deep Purple abbandonai Mal e poco dopo, grazie ai Led Zeppelin, dimenticai anche Rita Pavone. AC/DC e Iron Maiden mi hanno poi dato il colpo di grazia. Amo la scena rock/metal spagnola che seguo da anni e mi appassiona la fotografia.

Post precedente

METAL CHURCH - Gli orari della data del 10 agosto

Post successivo

VEXED - I nomi degli special guests in 'Legion Deathblood'