Loud Albums

OMEGA – ‘Eve’

Dalle prime note di ‘Eve’ debut album dei nostrani Omega si percepisce quel senso di respirare male, soffocati dalle note malsane di riff che sembrano venire dritti dall’inferno. Il genere proposto da questa interessante band italiana danza su canoni che oscillano tra black, doom, funeral e ambient. Il sound degli Omega ti entra in testa facendosi largo con temi funesti, dove il connubio tra più generi evidenzia il mix letale, diventato marchio di fabbrica. In soli quattro brani la band ci consegna: sdegno, rabbia, sofferenza. Sono rapito da ‘Eve’, è davvero difficile restarne fuori.
Ho apprezzato questi inaspettati cambi di marcia, così come quando la musica si trasforma in rumore, quel maledetto noise che anticipa la fine. Si parte con ‘Arbories’: intrecci di chitarre e synth per un’opener che definire riuscita è dir poco. Il viaggio ipnotico prosegue sulle note della seguente ‘Sidera’, anche qui gli Omega fanno centro, con una canzone ricca di angoscia capace di immergere l’ascoltatore in un vortice di allucinazioni. Non ci sono tracce deboli, ogni canzone è protagonista ed ora è tempo di ‘Mater’, dove risuonano ingannevoli campane a festa. Non illudetevi, non c’è tempo di festeggiare, di lì a poco siamo gettati nuovamente nell’abisso delle acque torbide, l’ipnosi ha fatto il suo effetto, tra riff trascinanti e tastiere horror, con – in chiusura di brano – un ottimo tentativo che ci rispedisce all’epicità. L’album d’esordio degli Omega si chiude con ‘Laudanum’, forse la song più vicina al black/death, grazie a un riff colonna portante che muore sulle note melodiche di un arpeggio che ci racconta la rinascita delle rose nere. Davvero molto interessante questo primo lavoro degli Omega, di certo non si tratta di un disco da ascoltatore mentre si ha la testa altrove, tuttavia se cercate buona musica, nuove idee e sofferenza questo è un lavoro che fa per voi. Complimenti ragazzi. In alto il nostro saluto!!

Tracklist:
01. Arboreis
02. Sidera
03. Mater
04. LaudanumDusk

Line-up:
Alexios Ciancio – voce
Mike Crinella – chitarra, synth, samples
Fabio Arcangeli – basso
Marco Ceccarelli – batteria

Editor's Rating

Trevor

Trevor

Sono il cantante dei Sadist, ascolto Metal da quando ero poco più di un bambino. Da qualche anno la mia principale attività di cantante mi sta stretta, per questo motivo ho iniziato a scrivere su diversi magazine e parallelamente a condurre alcune trasmissioni radio. Ho lavorato per sette anni a Rock Tv e partecipato a diverse trasmissioni televisive, portando sempre con me il verbo del Metal! Lavoro per Nadir Music S.R.L. , dove mi occupo della direzione artistica, della promozione e dell’ufficio stampa. Ho messo in piedi un progetto solista 'Trevor And The Wolves' e presto uscirà anche il mio primo libro. In alto il nostro saluto!

Post precedente

LOUDNESS - I dettagli del nuovo album 'Rise To Glory'

Post successivo

MARCHE FUNEBRE – Due date in Italia con i TETHRA