Loud Albums

OBITUARY – ‘Obituary’

Si riaprono le porte del nostro obitorio preferito, pronto a travolgerci con una scarica di strisciante death metal marcio come carne putrefatta. La band del buon Tardy torna con questo nuovo, omonimo album, che ovviamente ripercorre quei binari death che gli Obituary stessi contribuirono a gettare più di tre decenni fa. La coerenza è sempre stata la qualità principale del gruppo di Tampa, tra i precursori di quella scena death americana partita dalla soleggiata Florida alla conquista del mondo metallico. Cosa aspettarci quindi da questo ‘Obituary’? Beh, tanta buona musica ed una manciata di canzoni travolgenti che si riversano sull’ascoltatore come nera pece bollente. Un album omonimo dopo così tanti anni di carriera spiazza sempre, ma la scelta della band è evidentemente ripagata da un lavoro di altissimo livello e curato nei particolari. Le chitarre della coppia Peres-Andrews si muovono mortali tra le mazzate inferte dalla sempre solida base ritmica, mentre l’ormai leggendaria voce di Tardy è il solito scream vomitato dalla profondità della sua gola infernale (e che a noi piace assai). L’opener ‘Brave’ è una simpatica mazzata sui denti che ci passa sopra come un rullo compressore, mentre il death’n’roll della sculettante ‘A Lesson In Vengeance’ sicuramente metterà a ferro e fuoco molti palchi in giro per il mondo. ‘Obituary’ è in fin dei conti un album molto diretto e catchy – date un ascolto a ‘End It Now’ per farvi un’idea – perfetto per i nostalgici fan della band e per le nuove leve che vorranno partire dal presente per conoscere il glorioso passato dei deathsters statunitensi. Non ci dilunghiamo ulteriormente: fate vostro questo disco ed immergetevi in questo mare di rancidi umori, per farvi rapire dall’ennesimo colpo messo stupendamente a segno dagli Obituary.

Tracklist:
01. Brave
02. Sentence Day
03. A Lesson In Vengeance
04. End It Now
05. Kneel Before Me
06. It Lives
07. Betrayed
08. Turned To Stone
09. Straight To Hell
10. Ten Thousand Ways To Die

Line-up:
John Tardy – voce
Trevor Peres – chitarra
Donald Tardy – batteria
Terry Butler – basso
Kenny Andrews – chitarra

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

LUNAR SHADOW - 'Far From Light'

Post successivo

SAXON - Nuovo album nel 2018