Loud Albums

MOUNTAIN GOD – ‘Bread Solstice’

Che diavolo di genere facciano i Mountain God è la prima vera domanda che ci si pone durante l’ascolto di ‘Bread Solstice’. Sludge, doom, post-metal, atmospheric, heavy music: tutto questo certamente, ma è soprattutto l’aggettivo ‘pesante’ a rappresentare la chiave di volta del debut album di questo trio statunitense. Un macigno inamovibile che a prima vista rischia di sembrare ingombrante ed inutile, nella freddezza atavica dell’opener ‘Scaling The Silver Steps’. Ma come per tutti gli ostacoli, l’attesa e lo studio da ogni angolazione premiano sempre, ed ecco aprirsi una serie di crepe che ci permettono di scalarlo e scavalcarlo. Queste crepe si trovano nella mastodontica ‘Nazca Lines’, dove accanto all’intricato andamento doom, compare la voce straziata di Ianuzzi, che stride e si spacca in mille pezzi, disumanizzando l’unico elemento umano del disco. Rimarrete prigionieri del fango di ‘Karmic Truth’ e delle spire melefiche della sinuosa ed affascinante ‘Junglenaut’, breve, violenta, struggente e vero e proprio apice creativo del disco. Se pensassimo ad una colonna sonora per il ritorno sulla Terra dei Grandi Antichi di Lovecraft, probabilmente potremmo immaginare ‘Unknown Ascent’ in sottofondo. Ogni dettaglio di questo disco striscia freddo e sgradevole lungo la schiena, lasciandoci inquieti e disorientati, con le spalle curve sotto il peso della malvagità di ‘Hymn To Nothing’. Una conclusione mefistofelica che sconfina quasi nell’atmospheric black metal, per un disco cupo che necessita di parecchie notti buie per essere assimilato. No, non troppo buie, perché qui i mostri nell’armadio sembrano molto vicini, nascosti nell’uomo stesso, senza punti di riferimento, appigli, dei da pregare e melodie da seguire nell’oscurità.

Tracklist:
01. Scaling The Silver Steps
02. Nazca Lines
03. Karmic Truth
04. Junglenaut
05. Unknown Ascent
06. Hymn To Nothing

Line-up:
Ben Ianuzzi – voce, chitarra
Nikhil Kamineni – basso
Ryan Smith – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

BULLET-PROOF - Guarda il video di 'Might Makes Right'

Post successivo

AVATARIUM - Il lyric video di 'Into The Fire / Into The Storm'