Loud Albums

MOTHER NATURE – ‘Double Deal’

La prima cosa che colpisce nel nuovo lavoro dei Mother Nature è la splendida copertina firmata dal “nostro” Enzo Rizzi. Ma non è l’unica, perché ‘Double Deal’ si rivela un disco ricco di ottima musica e spunti interessanti. Non che l’esperienza manchi ai Mother Nature, del resto: la band è nata nel 1993 ed ha realizzato un disco nel 1998, prima di prendersi una lunga pausa, interrotta nel 2015 dal desiderio di cimentarsi su nuovi pezzi. Pezzi che prendono ora la forma di ‘Double Deal’, disco editato da Andromeda Relix, etichetta sempre attenta al sottobosco rock di casa nostra. La band tarantina ci offre un hard rock dalla forte matrice Sessantiana e Settantiana, costruito su melodie efficaci ed immediate, ma mai banali. Hard inglese ed americano si stringono la mano nella musica della band, senza dimenticare un rock più arioso e “commestibile” nel senso più ampio del termine. E così escono echi di un elegante pop rock nell’acustica ‘Ask Yourself’, mentre la title-track gioca addirittura con il soul e il rhythm’n’blues. Non c’è solo questo però in ‘Double Deal’: l’opener ‘Spit My Soul’ è energica al punto giusto, ‘Everything Will Follow’ suona come una versione street dei Led Zeppelin, mentre ‘New Way’ aggiunge atmosfere southern e ‘Does It Suit You?’ tocca sonorità hardeggianti sulla scia degli ultimi Tygers Of Pan Tang. Insomma, il disco è ricco e variegato, coinvolge ed emoziona, qualità che restano senza prezzo nel mondo del rock. E merita di certo un ascolto attento.

Tracklist
01. Spit My Soul
02. Magnet Girl
03. Haze
04. Pearl v3
05. Everything Will Follow
06. Ask Yourself
07. Double Deal
08. New Way
09. Does It Suit You
10. Boy, We Gotta Handle This

Line-up:
Wlady Rizzi – voce, armonica
Luca Nappo – chitarra
Francesco Candelli – basso
Francesco Amati – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

EUROPE - I dettagli del nuovo album 'Walk The Earth'

Post successivo

SPIRITS OF FIRE - Nuova superband per Frontiers!