Loud Albums

MASTERS OF DISGUISE – ‘Alpha/Omega’

La storia dei Masters Of Disguise è di per sé particolare. Dovevano essere i nuovi Savage Grace a supporto di Chris Logue, leader storico della band. Poi Logue, lunatico per eccellenza, è sparito letteralmente nel nulla lasciando alla band un debutto giù registrato e solo da completare. Era il 2009, di Logue non si sa più nulla da anni, ed i Masters Of Disguise si sono costruiti una carriera più che rispettabile nel segno di quello speed metal che avevano originariamente scelto. ‘Alpha/Omega’ è il loro terzo album, e segue l’EP di cover ‘The Fine Art Of Aging Gracefully’ dello scorso anno, in cui la band aveva reso ancor più esplicite le sue influenze. Anche qui i Masters Of Disguise trovano spazio per una cover in chiusura di album, ‘Blackwitch’ degli Exciter, rifatta in modo più che competente, ma anche particolare grazie all’ugola pulita di Alexx Stahl. Già questo dovrebbe far capire che non ci sono grosse variazioni nel suono della band, e va probabilmente bene così. Anche oggi, Anno Domini 2017, i Masters Of Disguise si dedicano anima e corpo a riprendere il classico speed metal – soprattutto statunitense – dei mid-Eighties. Band come Savage Grace, Exciter ed Agent Steel e Liege Lord. Un suono senza tempo, che molti sembrano aver dimenticato e che invece è ancora ricco di fascino, soprattutto quando viene riproposto con la carica che la band germanica mostra in ogni momento di avere. Dall’opener ‘The Rise (And Fall) Of Kingdoms’, i Masters Of Disguise, ci guidano lungo un turbinio di riff taglienti e di ritmiche serrate, con ‘Witchammer’ e ‘The Leech’ a candidarsi ad assoluti speed metal anthem. in ‘Knutson III: Nemesis (I Am The Law’ fa addirittura capolino lo sbirro baffuto più famoso del metal ottantiano, in una vorticosa e frenetica festa metallica. L’epica ‘Shadows Of Death’ e la citata cover degli Exciter mostrano come i nostri siano assolutamente credibili anche su ritmi più cadenzati, mentre title-track porta con sé una serie di variazioni di ritmo ed atmosfera che potrebbero quasi meritare l’aggettivo “progressive”. Un punto di forza assoluto – ma non l’unico – dei Masters Of Disguise è rappresentato da un vocalist capace di adattarsi alla perfezione ad ogni situazione, con una variabilità davvero efficace – non a caso Alexx Stahl canta anche nei Bonfire… A farla breve, tra le note di ‘Alpha/Omega’ c’è davvero tanta qualità, oltre che una passione smisurata per il genere. Vi basta?

Tracklist:
01. The Rise (And Fall) Of Kingdoms
02. Sacrifice
03. Demons From The Past
04. Shadows Of Death
05. Killer’s Redemption
06. Sign Of The Cross
07. Alpha / Omega
08. Witchhammer
09. Knutson III: Nemesis (I Am The Law)
10. The Leech
11. Blackwitch

Line-up:
Alexx Stahl – voce
Kalli Coldsmith – chitarra
Wolle Buchinger – chitarra
Mario Lang – basso
Jens Gellner – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

THE DARK ELEMENT - Guarda il making of del debut album omonimo

Post successivo

ALTHEA - Il lyric video di 'Take Me As I Am'