Loud Albums

LUNAR SHADOW – ‘Far From Light’

Certo che la nostra Cruz Del Sur ha davvero un bel fiuto! Non solo ci propone band affermate o progetti interessanti, sempre puntando sulla qualità invece della quantità. Ma sa anche scovare newcomer interessanti e fuori dagli schemi come questi Lunar Shadow. Tedeschi, si sono fatti notare due anni fa con un buon demo-CD, prima di approdare alla label romana per questo debutto davvero degno di nota. I Lunar Shadow si muovono su coordinate piuttosto classiche, tra heavy metal tradizionale ed atmosfere epiche, ma lo fanno mescolando le carte in modo non banale. Tra le tracce digitali di ‘Far From Light’ fanno capolino Blind Guardian e Warlord (il guitarwork!), ma escono anche la ruvidità degli Slough Fegh e l’epicità dilatata degli Atlantean Kodex. Senza dimenticare passaggi più aspri, che possono far pensare anche ai Bathory, ed echi folkeggianti, a tratti anche acustici. Mille punti di riferimento insomma, ma i cinque tedeschi riescono ad evitare il rischio tangibile di perdere il filo conduttore del disco, riuscendo a suonare sempre coerenti, e soprattutto a dare un’impressione di maturità del songwriting, che francamente da una band all’esordio non ci si aspetterebbe. Tanto più che i brani sono piuttosto complessi, e ricchi di cambi di tempo ed atmosfere, oltre che di passaggi acustici che ne amplificano il substrato epico. Merito di arrangiamenti vocali molto curati, senza dubbio, ma anche di un lavoro di chitarra davvero personale, oltre che assolutamente efficace. Due picchi, squisitamente personali, in un disco dal livello decisamente alto: la dilatata e prevalentemente acustica ‘Gone Astray’, e l’altrettanto elaborata ma nettamente più cruda ed oscura ‘Cimmeria’. Un disco fuori da molti schemi, ed assolutamente efficace.

Tracklist:
01. Hadrian Carrying Stones
02. They That Walk the Night
03. Frozen Goddess
04. Gone Astray
05. The Hour of Dying
06. The Kraken
07. Cimmeria
09. Earendil

Line-up:
Alex Vornam – voce
Max ‘ Savage’ Birbaum – chitarra
Kay Hamacher – chitarra
Sven Hamacher – basso
Jörn Zehner – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

CHUCK BERRY - E' scomparso il leggendario chitarrista

Post successivo

OBITUARY - ‘Obituary’