Needful Things

LUCA FASSINA – ‘100 Grandi Rock Ballad Selezionate Da Marco Garavelli’

100 balladsfassina

Autori: Luca Fassina, Marco Garavelli
Editore: Tsunami Edizioni

“I metallari sono i migliori nello scrivere le ballate”. Questa frase, croce e delizia di noi appassionati di musica heavy, ce la porteremo anche nella tomba. Insomma…mettiamoci il cuore in pace. Si perché ammettiamolo, questa cosa ci investe come un camion pieno di sentimenti contrastanti: da un lato siamo infastiditi dal fatto che anche i più biechi discotecari conoscano i “nostri” Metallica, nominandoci ‘Nothing Else Matters’ e creandoci quel soffio al cuore che ci destabilizza, dall’altro una parte di noi spera che grazie alle ballad anche i “miscredenti” si convertano alla nostra religione. Resta il fatto che queste maledette canzoni sono così ficcanti ed efficaci che riescono a marchiare a fuoco intere carriere. Provate a fermare chiunque per strada e dirgli: “Scorpions”, e quello partirà fischiettando ‘Wind Of Change’. Roba da picchiarlo sul posto. Ma è così. Stop. Ecco che allora ci ritroviamo tra le mani l’ennesimo colpaccio di Tsunami Edizioni, ovvero un bellissimo libro scritto dal nostro Luca Fassina, che mette nero su bianco le parole di un entusiasta ed enciclopedico Marco Garavelli, giornalista e DJ che allietò tante ore della nostra vita, noi…in ossequioso ascolto delle sue proposte radiofoniche. Questo libro ci propone 100 ballate selezionate da lui, ma attenzione! Non recensite, ma bensì raccontate, arricchite da aneddoti brillanti che rendono la lettura scorrevole e mai noiosa, ritrovandoci ad invidiare Marco, immersi nei suoi ricordi. Ci ritroviamo a versare una lacrima quando – parlandoci di ‘Soldier Of Fortune’ dei Deep Purple – ci riporta le parole di un commosso David Coverdale che ricorda la scomparsa di Jon Lord.

Marco ci parla di ‘Tears Of The Dragon’ di Bruce Dickinson e ci narra di quando volò a bordo di un piccolo aereo brasiliano in un castello in Germania, invitato dalla potente EMI, per la presentazione di ‘Seventh Son Of A Seventh Son’. Ancora? ‘As Long As It’s Not About Love’ di Dio, è il pretesto per dirci di quando lo intervistò a Radio Peter Flowers e di quanto il piccolo Elf(o) fosse una persona umile, disponibile e sempre gentile. Altre volte la canzone presa in esame non ha un aneddoto curioso o simpatico, ed allora viene affrontata con un piglio molto didascalico – mai comunque piatto e senza passione – che ci informa della posizione che ottenne in classifica, del produttore che ci lavorò, e di chi scrisse il brano (citando magari un momento particolare della vita di quell’artista). Vi starete chiedendo se tutte le canzoni che avete in mente sono state prese in esame. Si. Tutte. ‘Carrie’ degli Europe, ‘Dust In The Wind’ dei Kansas, ‘Easy’ dei Faith No More, ‘More Than Words’ degli Extreme, ‘Don’t Cry’ dei Guns And Roses. Ma anche chicche come ‘Love Of My Life’ dei Queen, ‘It’s Been Awhile’ degli Stand, ‘What If I Was Nothing’ dei All That Remains. Si passa dai classiconi (e scontati) brani anni 80 a pezzi più recenti, riprova che anche le nuove leve metalliche hanno un cuore. Il libro è arricchito da una bella prefazione di Rudolf Schenker (che di ballate qualcosa ne sa!) ed è citando le sue parole che vorremmo chiudere questo articolo: “Per me, una ballata è amore totale, con i suoi alti e bassi. Non ci può essere sempre e solo l’amore, ci sono dei momenti in cui la gente non si capisce, momenti in cui l’odio si fa strada, ma alla fine l’amore vince sempre”.

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

SATAN'S HALLOW - 'Satan's Hallow'

Post successivo

MASTERPLAN - I dettagli del nuovo album 'PumpKings'