Loud Albums

LACRIMOSA – ‘Testimonium’

Che il Requiem sia una sola cosa con il nome stesso dei Lacrimosa, è cosa nota. Mozart morì proprio il giorno successivo al completamento delle parti vocali del Lacrimosa, parte della Messa di Requiem del 1791, lasciando incompiuta l’opera. Nel 2017, la storia si ripete e Tilo Wolff dedica il nuovo album in studio della sua band a tre grandi artisti scomparsi, tre pilastri portanti della sua stessa esistenza musicale che hanno lasciato un immenso vuoto: la versatilità visionaria di David Bowie, l’unicità di Prince e la profonda melanconia di Leonard Cohen. Ma attenzione, la prima cosa da sapere è che non si tratta di un album di cover, ma è un vero e proprio full-lenght album ispirato e dedicato ai tre mostri sacri citati. Ed è un omaggio sentito e appassionato, che raggiunge un livello creativo che da tempo mancava di una forza così incisiva e di grande freschezza… in senso lato, diciamo come una corona di fiori freschi deposti ai piedi di una tomba. La classe della ditta Wolff-Nurmi è intatta, ma tornano prepotentemente gli elementi che hanno reso i Lacrimosa un nome di punta della scena dark e gothic anni Novanta, l’infinita malinconia della melodie unite alle scosse metalliche e all’inevitabile vitalità delle tastiere della Nurmi. Diviso in quattro atti, il disco è sorprendentemente scorrevole nonostante la struttura pomposa e alcuni momenti di vuoto esistenziale. L’anima black metal di ‘Weltenbrand’, uno degli episodi più riusciti del disco, arriva inaspettata e regala un momento davvero decisivo con il suo nero fiume in piena. Atmosfere pesanti, sospiri e gemiti, una patina di tristezza copre gli atti di questa composizione, a volte sconfinando però in una lentezza esasperante, come ‘Lass Die Nacht Nicht Über Mich Fallen’ e ‘Der Leise Tod’. Ci scuotono episodi efficaci come ‘Herz Und Verstand’, pura darkwave anni ’80, e la splendida titletrack, che incede per dieci minuti senza però sprofondare nel male di vivere fine a se stesso. Si tratta di un disco per chi ama il genere e per chi ritroverà volentieri le vestigia del passato della band, ma saranno soprattutto i fans del duo ad accogliere questo disco con grande entusiasmo, moderando certo le esternazioni di gioia.

Tracklist:

AKT1
01. Wenn Unsere Helden Sterben
02. Nach Dem Sturm

AKT2
03. Zwischen Allen Stühlen
04. Weltenbrand
05.

AKT3
06. Herz Und Verstand
07. Black Wedding Day
08. My Pain

AKT4
09. Der Leise Tod
10. Testimonium

Line-up:
Tilo Wolff – voce, pianoforte
Anne Nurmi – tastiere, voce

 

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

SKANNERS - Hard as steel!

Post successivo

MONNALISA – 'In Principio'