Loud Albums

KALEDON – ‘Carnagus: Emperor Of The Darkness’

Rinascere a nuova vita, trasformarsi, cambiare, evolvere. Tutti concetti che hanno in comune una sola parola: rivoluzione. Staccarsi da cliché e fastidiosi stereotipi per dimostrare che si può osare, che si può andare oltre e scandagliare a fondo profondità del proprio animo in precedenza troppo recondite per essere conosciute. Non sappiamo cosa sia passato per la testa di Alex Mele e dei suoi Kaledon, ma la nuova veste della band capitolina ci piace un cifro. Il suono della power metal band romana si è fatto più incazzato, più violento, più cupo e oscuro. Velocità, potenza e un tiro da far invidia a moltissime realtà appartenenti a frange più estreme del metal classico sono gli ingredienti principali del nuovo, attesissimo album dei Kaledon. ‘Carnagus: Emperor Of The Darkness’ è un concept che riprende l’immortale tematica dell’eroe e dell’antieroe, facendo trasparire tutta la malvagità di quest’ultimo grazie ad un sound che allontana il gruppo romano dal power metal epico che lo ha sempre contraddistinto (fino ad oggi) e che, ne siamo sicuri, consacrerà i nostri anche a livello internazionale. Gli innesti del talentuoso singer Michele Guaitoli e del terremotante batterista Manuele Di Ascenzo non fanno altro che confermare la volontà di provare a differenziarsi, di esplorare lidi diversi dal solito. Mossa azzeccata? Decisamente sì. La nuova release è un concentrato di melodia, cavalcate power che strizzano l’occhio alla scuola statunitense e colorate melodie vocali che vanno a disegnare magistralmente la storia che gira intorno all’album. Passaggi strumentali e vocali al limite dell’ossessivo riescono nel difficile compito di rapire l’ascoltatore e di trasportarlo all’interno di questa sanguinaria lotta tra Carnagus e re Antillius, creando evocative immagini che vanno a braccetto con una produzione solida, cristallina e potente, marchio di fabbrica dei rinomati Domination Studios di Simone Mularoni. Canzoni come ‘The Beginning Of The Night’ e ‘The Two Bailouts’ spiegano più di mille parole la rivoluzione musicale (finalmente riprendiamo il concetto con cui abbiamo aperto questa recensione) dei Kaledon in questo 2017 che si avvia verso i suoi mesi più caldi. Caldi come la passione e il sudore messi nella realizzazione di questo ‘Carnagus: Emperor Of The Darkness’, sicura chiave di volta che aprirà alla band porte affacciate direttamente sul successo internazionale inseguito ormai da troppi anni ma finalmente lì lì per essere afferrato. Complimenti!!

Tracklist:
01. Tenebrae Venture Sunt
02.The Beginning Of The Night
03. Eyes Without Life
04. The Evil Witch
05. Dark Reality
06. The Two Bailouts
07. Trapped On The Throne
08. Telepathic Messages
09. Evil Beheaded
10. The End Of The Undead

Line-up:
Alex Mele – chitarra
Michele Guaitoli – chitarra
Tommy Nemesio – chitarra
Paolo Campitelli – tastiera
Paolo Lezziroli – basso
Manuele Di Ascenzo – batteria

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

VANDEN PLAS – 'The Seraphic Live Works'

Post successivo

EXCOMMUNION – 'Thronosis'