Loud Albums

JEFF SCOTT SOTO – ‘Retribution’

Esiste una ristrettissima cerchia di cantanti che ha ingaggiato da tempo una gara senza esclusione di colpi per la conquista del primo posto in una classifica speciale: quella in cui prevale chi riesce a collezionare il più alto numero possibile di album, progetti paralleli, partecipazioni e ospitate varie. Questa graduatoria, che viene regolarmente aggiornata da osservatori internazionali super partes, da diversi anni vede alternarsi al proprio vertice sempre gli stessi protagonisti: Glenn Hughes, Jorn Lande ed il qui presente Jeff Scott Soto, perennemente incalzati in quarta posizione dall’insidioso Goran Edman. Con l’intento di consolidare il primato da poco riconquistato grazie al secondo capitolo del progetto S.O.T.O. dello scorso anno, a cui si aggiunge il freschissimo esordio del supergruppo Sons Of Apollo (ampiamente trattati sul nostro sito), l’ex singer di Malmsteen e Axel Rudi Pell rilascia oggi questo ‘Retribution’, il suo sesto parto solista, scritto e registrato districandosi (non si capisce davvero come…) fra i vari tour con la Trans-Siberian Orchestra, le sessions di songwriting con i W.E.T., i Queen Extravaganza, i recenti album sopra menzionati e chi più ne ha più ne metta. Si tratta di un lavoro che conferma per l’ennesima volta quanto “quantità” faccia rima con “qualità” quando si ha a che fare con Jeff: non fatevi fuorviare dal riff stoppato in stile Pantera dell’iniziale title-track, perchè l’hammond che arriva prontamente a mitigarlo è foriero di ciò che verrà, ovvero un album di energico arena rock, corazzato da una produzione molto potente, attuale e scintillante. Album che in alcuni episodi strizza l’occhio all’AOR (il palese tributo ai Foreigner di ‘Reign Again’), in altri si fa più hard (il class metal con gli attributi d’acciaio di ‘Breakout’), ed in altri ancora permette al frontman dei Talisman di assecondare i registri più soft della sua voce, come nell’ispirata ‘Song For Joey’ e nella conclusiva e più che mai attuale ‘Autumn’. E poi c’è Howie Simon, finalmente riconvocato, sul quale dobbiamo indirizzare attentamente le nostre orecchie per capire il vero valore aggiunto di ‘Retribution’: il guitar-hero e amico/collaboratore di Jeff dai tempi di ‘Prism’ (2002) mostra mirabilmente la sua grande padronanza tecnica su ogni partitura, assoli compresi, sui quali fonde con disinvoltura feeling, senso melodico e tecnica secondo le prerogative dei migliori (il singolo ‘Feels Like Forever’ spiega benissimo questo concetto). Insomma, per coloro che iniziavano ad avvertire anzitempo la mancanza del Jeff Scott Soto più classico, ecco che questo ‘Retribution’ arriva a saziare le loro esigenze. E mentre la sfida per il primo posto in classifica prosegue senza tregua, noi continuiamo allegramente a godere dei frutti che essa genera, sperando ovviamente che nessuno si faccia male.

Tracklist:
01. Retribution
02. Inside Outside
03. Rage Of The Year
04. Reign Again
05. Feels Like Forever
06. Last Time
07. Bullet For My Baby
08. Song For Joey
09. Breakout
10. Dedicate To You
11. Autumn

Line-up:
Jeff Scott Soto – voce e tastiere
Howie Simon – chitarra e basso
Edu Cominato – batteria

Editor's Rating

Alberto 'Sentenza' Sassi

Alberto 'Sentenza' Sassi

Ho iniziato con le dipendenze metalliche da ragazzetto, all'alba dei famigerati anni '90. Eroi musicali senza tempo mi hanno protetto in quel controverso periodo, facendo sì che il cuore sia oggi saldamente irlandese, lo spirito scandinavo, e l'armatura che mi veste di puro acciaio britannico. Ufficialmente ho iniziato a scrivere qualcosa su Metal Maniac qualche anno fa, oggi spero solo di dare un piccolissimo ma passionale contributo al sostegno della scena.

Post precedente

ALTHEA - Il lyric video di 'Take Me As I Am'

Post successivo

PROCESSION - 'Doom Decimation'