Loud Albums

IRON FIRE – ‘Among The Dead’

Si è letto molto poco in giro su ‘Among The Dead’, ultimo disco degli Iron Fire. Forse è dipeso dall’etichetta che hanno scelto, la piccola Crime Records, che oggettivamente non ha potuto fare molto per promuoverlo. Ed è un peccato, perché i power metaller danesi hanno alle spalle una storia di tutto rispetto, iniziata addirittura nel 1998. Quasi venti anni di carriera per loro, e la bellezza di otto album, all’insegna di un power metal sempre piuttosto diretto, tipicamente costruito attorno a melodie immediate e cantabili. Ad inizio carriera, le somiglianze tra loro e i Sabaton erano evidenti, poi la corazzata svedese ha preso una direzione del tutto differente, a livello musicale e soprattutto commerciale. Ma Martin Steene e i suoi compagni sono rimasti fedeli alle loro origini, senza deviare più di tanto dalla strada inizialmente scelte. ‘Among The Dead’ interrompe una pausa durata quattro anni e segna il ritorno nella band del primo drummer Gunnar Olsen. Musicalmente non ci sono rivoluzioni, né sarebbe stato lecito attendersene: ‘Among The Dead’ segue le classiche coordinate sonore degli Iron Fire, puntando soprattutto su mid-tempo quadrati e melodie molto marcate, solo sporcate dalla voce ruvida di Martin Steene (passato, ricordiamolo, anche nei Force Of Evil). Al netto delle evidente differenze vocali, l’uso delle melodie che fanno i danesi ricorda abbastanza i Rage, come nella convincente ‘Made To Suffer’. Altrove, le atmosfere si fanno più cupe, quasi a citare gli Iced Earth, ed è il caso di ‘Iron Eagle’. Come sempre nella storia della band, però, non ci troviamo di fronte a un disco costante, e qualche passaggio a vuoto si insinua nella tracklist di ‘Among The Dead’, come del resto sostanzialmente inutile è la cover conclusiva di ‘For Whom The Bell Tolls’ – ascoltabile, ma del tutto slegata dal resto del disco. Disco piacevole, che sicuramente verrà apprezzato dai fan della band, ma non cambierà certo il mondo.

Tracklist:
01. Intro – The Lost City
02. Among the Dead
03. Hammer of the Gods
04. Tornado of Sickness
05. Higher Ground
06. Iron Eagle
07. Made to Suffer
08. The Last Survivor
09. No Sign of Life
10. Ghost from the Past
11. When the Lights Go Out
12. For Whom the Bell Tolls (Metallica cover)

Line-up:
Martin Steene – voce, basso
Kirk Backarach – chitarra
Gunnar Olsen – batteria

 

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

HOUSE OF LORDS - Ascolta 'New Day Breakin'' dal nuovo album 'Saint Of The Lost Souls'

Post successivo

DOOMOCRACY - 'Visions & Creatures Of Imagination'