Heavy Bone

Il Re Nero

Il personaggio di King Diamond si forma nella seconda metà degli anni ‘70 dopo che il danese Kim Bendix Petersen va a vedere Alice Cooper a Copenhagen nel 1975, durante il tour di ‘Welcome To My Nightmare’. In quel periodo lascia i Brainstorm per i Black Rose, una hard rock band che già inizia a mostrare segni dell’eccentrica teatralità del frontman. Nel 1981 forma i Mercyful Fate che dopo un EP che li porta a suonare in America, firmano per la Roadrunner e iniziano ad ottenere un’attenzione internazionale soprattutto grazie ai molti occhi strizzati all’occulto dei loto testi e all’abbondante teatralità del loro show.

In particolar modo, il trucco usato da King Diamond sarà di ispirazione per decine di gruppi black che affolleranno la scena di lì a poco. I Mercyful Fate Si si sciolgono, la prima volta, nel 1985 quando King Diamond crea il gruppo che ancora oggi porta il suo nome. La carrozza che vedete sullo sfondo è quella di Abigail, il secondo disco solista e primo vero concept album – di una lunga serie – che crea le basi di un universo macabro in cui King ritornerà spesso. Quello che più ti rimane dentro quando incontri King Diamond, a parte le storie che è capace di crearti attorno, sono quegli occhi glaciali, che ti leggono nell’anima e che non ti abbandonano più.

Testo di Luca Fassina
Disegno di Enzo Rizzi

King Heavy bone

Luca Fassina

Luca Fassina

Sono un giornalista musicale dal 1989, quando ho fatto parte della redazione che ha creato Hard! Nel 2006 ho iniziato a scrivere per Metal Maniac, dal 2012 scrivo per Classic Rock. Ho scritto la biografia dei Vanadium e curato quella della Strana Officina (Crac Edizioni). Per la Tsunami Edizioni ho scritto "On Stage, Back Stage", "100 Rock Ballad selezionate da Marco Garavelli", "Headbang '80" con P.G. Brunelli e tradotto la biografia di Marky Ramone, "Punk Rock Blitzkrieg".

Post precedente

YNGWIE MALMSTEEN - Due esclusive date ad agosto

Post successivo

TEN - Guarda il video di 'Travellers'