Talks

IGNAZIO NICASTRO (EVERSIN) – Bass-tardo Di Razza!

Chi vi scrive ha la fortuna di conoscere ormai da diversi anni Ignazio Nicastro – bassista degli EVERSIN – complice una vecchia recensione che scrissi per un altro portale. Da allora il rispetto reciproco e la passione che ci accomuna ha fatto si che le nostre strade non si siano mai separate. Ci ritroviamo (come di consueto) a parlare con lui della nostra musica preferita, della sua band, finché non penso ad una cosa…perché non pubblicare il tutto, visto che siamo entrati anche nel dettaglio (per la prima volta qui a Loud And Proud Italia) del suo strumento, argomento che potrà interessare i bassisti (e non) che ci seguono e  chissà, inaugurare proprio con Ignazio una nuova consuetudine.

Ciao Ignazio! Come stai? Su… non posso non chiederti novità sugli Eversin!
“Abbiamo terminato la scrittura del nuovo album ed a breve inizieremo le registrazioni. Inoltre spero di poter a brevissimo ufficializzare la nostra partecipazione ad alcuni grossi festival estivi.”

Avete già un idea su quando il disco potrà essere disponibile?
“Al momento il periodo più verosimile mi sembra il primo semestre del 2018. Mi auguro che riusciremo a pubblicare l’album al massimo per maggio/giugno 2018.”

IGNAZIO

Ok, spara…indiscrezioni? Copertina? Concept?
“Ahahah… no dai, non è il momento per certe anticipazioni… non te la prendere. Posso dire che i testi saranno come sempre estremamente impegnati ed attuali e spazieranno dalla religione alla tecnologia e dalla creazione alla distruzione.”

Conosciamo tutti molto bene la musica della tua band, ma mi piace entrare sempre nella testa dei musicisti, facendoli tornare nelle loro camerette, fargli ricordare i poster che avevano affissi alle pareti. Cosa c’è dentro la musica degli Eversin?
“Alla base c é il thrash degli anni 80/90…più quello degli anni 90 a dire il vero. Gli Slayer di ‘Divine Intervention’, i  Testament di ‘The Gathering’, gli Annihilator di ‘Never Neverland’. Poi Exodus, Sepultura, Death Angel, Megadeth. Inoltre abbiamo anche delle influenze personali molto diverse tra loro, cosa che dà alla nostra musica un qualcosa in più.”

E come strumentisti? Da dove venite? Studi, accademie, video didattici? Lezioni?
“Abbiamo tutti una base tecnica abbastanza solida, caratterizzata da un po di studio, ma non ho problemi a dire che per il buon 80% siamo autodidatti. Abbiamo iniziato a suonare da ragazzini, ormai lo facciamo da più di 20 anni…io ho iniziato a 15 anni e mi chiedevo in camera per ore suonando “dietro” ai Maiden ed ai Metallica, Prima di entrare in una band ho trascorso tre anni a suonare da solo in camera mia, poi ho avuto la possibilità di confrontarmi con altre persone, ma avevo già raggiunto un buon livello.”

Quindi fan sfegatato di Steve Harris e Cliff Burton immagino.
“Ne hai beccato uno… Steve Harris su tutti, poi Steve Di Giorgio ed Alex Webster.”

Quale basso usi?
“Prima di firmare il contratto di endorsement con la Grosmann ho usato bassi Ibanez e LTD. Adesso la Grosmann ha realizzato un modello Crusader per me, seguendo le mie specifiche richieste e mi ha consegnato un basso davvero mostruoso. Corpo in noce nero americano, manico in acero e bubinga, 2 pick-up EMG 40DC… tutto fatto a mano: pazzesco!”

Amplificazione? Effetti?
“Uso ampli MarkBass, distorsori MXR e booster MB7 della MarkBass.”

Pensi che utilizzare pick-up attivi sia una “conditio sine qua non” per fare metal?
“Beh, di sicuro consentono di avere una presenza ed un suono molto più definiti e potenti. Un attacco maggiore.”

4,5 o 6 corde?
“5 corde.”

Con quale accordature suonate?
“Suoniamo in RE. Ci siamo resi conto che accordare un tono più in basso é di fondamentale importanza per creare il nostro suono… opprimente, sulfureo ed iconoclasta.”

Quanto ti dedichi agli esercizi con il tuo basso?
“Ogni giorno riesco a dedicare un’ora o due al basso…tra esercizi vari ed il suonare qualche brano il tempo che dedico allo strumento é più o meno questo.”

Quale sono le caratteristiche che un buon basso dovrebbe avere?
“La maneggevolezza del manico é importantissima. Un manico scorrevole ed una tastiera ben fatta sono alla base della riuscita dello strumento. Inoltre è importante che il peso sia ben distribuito tra il manico ed il body e che il peso complessivo non sia esagerato.”

Quindi immagino che tu avrai comunicato queste tue idee e preferenze alla Grosmann.
“Assolutamente si. Sono state le mie prime richieste.”

Invece quali caratteristiche dovrebbe avere un bassista?
“Un bassista deve fare il bassista. Ormai vedo bassisti che fanno di tutto tranne che i bassisti. Tra tapping, sweep picking, assoli e cazzate varie hanno dimenticato cosa vuol dire suonare il basso. Sembrano tutti dei chitarristi mancati e la cosa è assolutamente errata. Il basso é la base, lo scheletro e l’anima di una band.”

Ignazio, è sempre un piacere. Concludi come vuoi la nostra chiaccherata.
“Innanzitutto tengo a ringraziare te Alberto e tutto lo staff del vostro webmagazine per il supporto che avete sempre dato agli Eversin ed al sottoscritto. Ai vostri lettori vorrei solo dire che hanno fatto un’ ottima scelta. La vostra professionalità e serietà é degna del meglio.”

Line-up:
Ignazio Nicastro – basso
Giangabriele Lo Pilato – chitarra
Angelo Ferrante – voce
Danilo Ficicchia – batteria

Discografia:
Divina Distopia (2010)
Tears On The Face Of God (2012)
Trinity: The Annihilation (2015)

 

 

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

SPEEDRUSH - 'Endless War'

Post successivo

ADRENALINE RUSH – Ascolta ‘Sinner' dal nuovo album ‘Soul Survivor’