Loud Albums

HYDRA’S FATE – ‘Worlds Apart’

Un disco datato 2015? Ebbene sì, il debutto degli Hydra’s Fate è uscito ufficialmente alla fine dello scorso anno. Ma si sa come va con le autoproduzioni, non è stato propriamente facile metterci le mani sopra. Tempo e fatica sono state però assolutamente ripagate, motivo per cui la band di Bielefeld trova spazio anche tra queste pagine digitali. Perché ‘Worlds Apart’ è un disco di spessore, che non avrebbe per nulla sfigurato con una buona label alle spalle, e che merita di essere scoperto ed ascoltato. Nelle dieci tracce che compongono l’album, gli Hydra’s Fate ci offrono un heavy metal melodico di grande qualità, che può essere forse accostato ai Maiden più melodici o – in modo ancora più calzante – al miglior Bruce Dickinson solista. Sugli scudi senza dubbio alcuno il vocalist Markus Brand, che richiama in certi passaggi il ben più titolato singer inglese, ma anche la coppia di chitarristi, che si carica di un lavoro davvero eccezionale, dalla prima all’ultima nota del disco. Gregor Bramhoff e Sebastian Massolle non solo piazzano diversi riff vincenti, ma risultano assolutamente padroni delle situazione quando si parla di armonie e passaggi melodici dal sapore progressive, su cui poi vengono costruiti brani avvincenti e sempre molto curati. ‘Aeternitas’ e ‘Vanitas’ sono i due ideali sipari di un disco ricco di sfumature e di spunti interessanti, che con la title-track piazza almeno un potenziale hit, il più evidente ma di certo non l’unico. Considerando anche il livello davvero alto di produzione e presentazione, dobbiamo considerare davvero ‘Worlds Apart’ un disco completo, che potrebbe piazzarsi in alto in un’ipotetica classifica di fine anno. Ogni info sulla band, e anche su come ordinare l’album, a questo link.

Tracklist:
01. Aeternitas
02. Falling Too Fast
03. Desire
04. Liar’s Conscience
05. Season’s End
06. Worlds Apart
07. Nanjing Nights
08. The Lost Kingdom
09. Road To Nowhere
10. Vanitas

Line-up:
Markus Brand – voce
Gregor Bramhoff – chitarra
Sebastian Massolle – chitarra
Vanessa Howe – basso
Ingo Hollmann – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

TRUEMETAL.IT FESTIVAL 2017 - I dettagli dell'evento

Post successivo

CIVIL WAR - Tour con i NIGHTMARE, una data a Brescia a maggio 2017