Loud Albums

HARLOTT – ‘Extinction’

Birra gratis!!! BIRRA!!! GRATIS!!! Ecco, ora che abbiamo la vostra completa attenzione – la birra ce la siamo già bevuta tutta noi sobri redattori – possiamo addentrarci nell’ascolto dell’ennesimo album thrash metal un peliiiiino derivativo. Gli Harlott sono una di quelle band che sta facendo molto parlare di sé negli ultimi mesi, complice anche la nuova ondata thrash metal che ci ha travolti da qualche anno a questa parte. Ogni nazione può dire la sua in questo campo: Spagna, USA, Germania, Italia (soprattutto!), Grecia e… Australia! Gli Harlott arrivano proprio dalla terra dei canguri e dei serpenti più velenosi del mondo, anche se va detto che il loro ‘Extinction’ è meno letale del morso di una biscia d’acqua. Avete in mente, camminando magari per i boschi o in campagna, quei serpentelli che ogni tanto incrociano i vostri passi? La prima reazione che suscitano è ovviamente un mix tra paura e stupore, salvo poi accorgersi che si tratta di simpatici animaletti striscianti, magari bruttini a vedersi, ma totalmente innocui. Ecco, questo è il thrash metal degli Harlott. Cattivo, anche accattivante certo, ma che dopo un po’ risulta per annegare nel calderone che ogni mese ribolle sempre di nuove ed interessanti realtà. Aggiungiamoci pure che un buon 80% delle songs contenute in questo disco sembrano essere pescate a caso dagli ultimi lavori degli Slayer e la frittata (di uova di coccodrillo australiano d.o.c.) è fatta. Per carità, ‘Extinction’ è un disco buonino eh, pestoso al punto giusto e tirato come piace a noi, però uno sforzo in più per suonare personali il giusto potevate farlo. Gruppo da gustarsi evidentemente in sede live o quando si è nel bel mezzo di una devastante sbronza di vino rosso – la birra l’abbiamo finita, volete capirlo o no?! – in compagnia di fidi compagne di bevute e di concerti. La spedizione australiana partita per conquistare il mondo del metal è purtroppo fallita, ritentante e magari sarete più fortunati.

Tracklist:
01. Extinction
02. First World Solutions
03. The Penitent
04. Whore
05. No Past
06. Conflict Revelation
07. Better Off Dead
08. Violent Conspirator
09. And Darkness Brings The Light
10. Final Weapon
11. Parasite
12. Epitaph

Line-up:
Andy Hudson – voce, chitarra
Jake Weber – chitarra
Tom Richards – basso, cori
Tim Joyce – batteria

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

HAMMERFALL - I dettagli di 'The Vinyl Collection'

Post successivo

THE RIVEN - 'Blackbird' EP