Loud Albums

HADES ARCHER – ‘Temple Of The Impure’

Chi vi scrive ama il metal estremo sudamericano. Questo è un dato di fatto, una cosa oggettiva testimoniata dai vinili assolutamente sconosciuti in mio possesso. Ecco allora che insieme a band (per lo più brasiliane) come Sheitan, Goat Vengeance, Pillars Of Empire e Aqueronte, mi ritrovo il promo di questo duo cileno. Data la formazione non posso fare a meno che pensare agli Inquisition, ormai vere e proprie stelle del nero firmamento musicale. Non vado molto lontano, visto che nei momenti meno frenetici questi Hades Archer ricorrono alla stessa tecnica del gruppo colombiano: riff reiterati su ipnotici ritmi, il tutto per un effetto assolutamente alienante e straniante (la lisergica ‘The World Inheritance’ ne è un esempio lampante). E quando questi due demoni di Santiago decidono di lanciarsi a testa bassa? Restiamo in America latina? Come non pensare ai Sarcófago? Se invece decidessimo di prendere un volo per il nord Europa un pezzo come ‘Sex Sex Sex Perversions’ ci ricorda gli Impaled Nazarene più porci e perversi. Perfetta la voce di N-III, che sceglie uno stile classicamente estremo, spaziando da uno screaming ruggente ad un potente e funzionale growl. Il sound della band è ovviamente fondato sui riff, qui davvero vari e di grande effetto. Anche se la band viene indicata come un duo, non potrà sfuggire alle orecchie più esperte la presenza di un basso che esce evidentemente dal mix in brani come ‘Great Moon Tide’ e la bella ‘Hecate Undressed’. Stupenda la titletrack, che spazia da riff ai confini con il thrash più spietato a partiture soliste decisamente caratterizzanti. Concludendo, un bellissimo lavoro di black metal che raccoglie le influenze di gruppi proto-black come Hellhammer e Bathory, e di altri come i pluri-citati Inquisition. Un black metal siderale, spaziale, in grado di ipnotizzare e distruggere.

Tracklist:
01. Intro (Ikkibu Ardu)
02. Chaos Teratosis Chimeras
03. The Gods Sold This World For Destruction
04. Circus Of Abominations
05. Sex Sex Sex Perversions
06. Great Moon Tide
07. Hecate Undressed
08. Unus Cantus Bestiae
09. Temple Of The Impure
10. Apollyon’s Brightness
11. The World Inheritance
12. Outro (Homodeus Abortunction)

Line-up:
N-III – voce, chitarra
Hateaxes Command – batteria

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

NEURONSPOILER - Guarda il video di 'Slay The Beast'

Post successivo

PESTILENCE - Svelato l'artwork del nuovo album 'Hadeon'