Loud Albums

FOGALORD – ‘Masters Of War’

Ambizioso concept per i Fogalord, quartetto modenese che approda al secondo album dopo ben cinque anni dal debutto. L’evoluzione è chiara sia dal punto stilistico che materiale, con due elementi nuovi nella band – Giuseppe Lombardo al basso (Myriad Light) e Nicolò Bernini alla batteria (Blaze of Sorrow) – e un’atmosfera tutta nuova, più intensa e pomposa, con una grande attenzione alla storia e ai dettagli. Dall’introduzione con ‘Il Racconto Della Tempesta’, ci si avventura nel freddo inverno, fino alla rinascita della primavera, con una bella riflessione sulla natura e sulle forze della vita e dell’universo. Alla Limb Music piace questo genere di power molto sinfonico ed epico e nei Fogalord lo stampo tedesco è chiarissimo, in particolar modo nel richiamo a volte troppo ingombrante ai Blind Guardian. Ed è un peccato, perché il gruppo sembra conoscere le vie per staccarsi dal seminato più tradizionale, con l’utilizzo di strumenti desueti come il corno inglese e la piva emiliana, che aggiungono una nota di folklore molto vivace, una caratteristica che spinta con più convinzione ci avrebbe regalato senza dubbio più originalità. Anche l’artwork curato da Felipe Machado Franco, seppur molto bello, non aiuta a far spiccare il gruppo fuori dal coro degli artisti più famosi del genere. Colpisce la delicatezza di un pezzo come ‘Daughter Of The Morning Light’ e la struttura elegante ed intricata della conclusiva ‘The Sword’s Will’, che nei suoi dodici minuti abbondanti richiama le gesta di Rage, Rhapsody e Manowar. Molto particolare la voce di Dany All, mastermind del progetto, che in alcuni episodi appare però in difficoltà a mantenere la sua prova fluida e allo stesso livello qualitativo. Ci sono ottimi spunti e buone idee nei 54 minuti di ‘Masters Of War’, per questo siamo sicuri che i Fogalord hanno molte altre direzioni da esplorare e armi da affilare per trovare il loro equilibrio. Il colpo non penetra mai troppo a fondo, anche se le carte in regola per giocarsi un ruolo nella battaglia ci sono tutte.

Tracklist:
01. Il Racconto Della Tempesta
02. Rising Through The Mist Of Time
03. Daughter Of The Morning Light
04. Masters Of War
05. By The Everspring Tree
06. The Storm Of Steel
07. Absence Of Light
08. When The Blizzard Awakes
09. In Everwinter Wait
10. The Gift Of The White Lady
11. The Sword’s Will

Line-up:
Dany All – voce
Stefano Paolini- chitarra
Giuseppe Lombardo – basso
Nicolò Bernini – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

AEROSMITH - I brani preferiti dallo Staff di Loud and Proud

Post successivo

PHIL CAMPBELL & THE BASTARD SONS – firmano per Nuclear Blast e pubblicano l’EP 'Live At Solothurn'