Loud Albums

FIREBALL MINISTRY – ‘Remember The Story’

Qualche volte abbiamo semplicemente bisogno di heavy metal. Nessun compromesso, pochi fronzoli, solo tanti riffs macinasassi. Ed ecco che i vecchi –non me ne voglia la bassista Emily Burton, nel fiore degli anni ma in una band di tradizione consolidata- Fireball Ministry ci accolgono come una stanza calda quando rientriamo a casa dopo una lunga giornata al freddo, come la nostra poltrona preferita, come quando mettiamo un su un disco e sappiamo esattamente che cosa ci troveremo. Non ci sono sorprese nel sound dei losangelini, solo una solida, rocciosa base heavy che guarda ai grandi classici del rock, da Alice Cooper e Judas Priest ai Grand Funk Railroad. ‘End Of The Truth’ apre l’album e dice tutto: il gruppo è sempre bandiera di un’autenticità che rimane fedele a se stessa negli anni, in un modo così commovente da risultare piacevole anche quando sembra anacronistico. La struttura è quella di scuola classic rock, riff taglienti, chorus efficace e ruffiano, assoli che corrono veloci su e giù per le scale, sezione ritmica che martella senza sosta. C’è tutto ed è dannatamente efficace, riuscendo a risultare piacevole e fresco nonostante la patina di cliché che vi è appena stata dipinta. Sì, per certe cose ci vuole un po’ d’amore e quando si suona un pezzo come ‘The Answer’ o ‘Weaver’s Dawn’, si esprime amore vero per le sonorità anni Settanta e Ottanta, per un intero genere e per la tradizione. C’è spazio anche per un tocco di nero con l’oscura ‘Dying To Win’ e la sfrontata ‘Stop Talking’, che ben s’incastra nel resto della tracklist. Niente di nuovo sotto il sole della California? No, ma certi dischi sono semplicemente così piacevoli da ascoltare che se ne fregano di tutto il resto ed è precisamente il caso di ‘Remember The Story’. Cinquanta minuti di buona musica, qualche passaggio meno brillante, ma in fin dei conti un buon compromesso che non rende questo lavoro indimenticabile, ma lo piazza di sicuro tra le uscite a cui dedicare un po’ del proprio prezioso tempo.

Tracklist:
01. End Of Our Truth
02. Everything You Wanted
03. Back On Earth
04. The Answer
05. Dying To Win
06. Stop Talking
07. Weaver’s Dawn
08. Remember The Story
09. All For Naught
10. I Don’t Believe A Word

Line-up:
James A. Rota – voce, chitarra
Emily Burton – chitarra
Scott Reeder – basso
John Oreshnick- batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

REVOLUTION SAINTS - Guarda il video di 'Take You Down'

Post successivo

HUMANASH - Guarda il video di 'Night Adventure In A Desecrated Church', nuovo mini-album in arrivo