Loud Albums

ETERNAL THIRST – ‘The Hellish Fight Goes On’

No, dico. Si può chiamare una band “sete eterna”? Solo al pensiero mi si secca la gola… Scherzi a parte, ci troviamo di fronte a una band cilena al terzo album, il primo però a godere di una distribuzione internazionale grazie alla nostra Metal on Metal. Anche il primo a vedere Rodrigo Contreras alla voce, terzo cantante nella storia degli Eternal Thirst. E la sua è una voce particolare, di quelle che caratterizzano il suono della band. Un po’ alla Gerrit Mutz, completa alla perfezione un disco ispirato dal classico heavy metal ottantiano, in particolare nella sua versione a stelle e strisce. Old school fino al midollo, e bastano i titoli per capirlo, gli Eternal Thirst rifuggono da cori maestosi e melodie cantabili, ma preferiscono puntare su un riffing graffiante e ritmiche compatte, spesso articolate su solidi mid-tempo. Non sono per forza orecchiabili, anche se un brano come ‘In League With One Who Has A Name’ resta in mente già al primo passaggio. E ‘Battalion’ è ingenua quanto si vuole, ma non è meno trascinante. Diciamo che sono perfetti per chi apprezza formazioni come Sacred Steel e Zandelle, che esplorano il lato meno immediato del metal Ottantiano. In questo senso, gli Eternal Thirst si fanno certo valere e apprezzare. E io credo di meritarmi una birretta…

Tracklist:
01. The One Who Fights Will Never Die
02. In League with One Who Has No Name
03. Anemas Dungeons
04. All Beasts Arise
05. Nail the Banner of War
06. Power of Fire
07. Into the Tower of Fear
08. Breaking the Tomb
09. Battalion
10. Spears Instead of Hands [bonus track]

Line-up:
Rodrigo Contreras – voce
Javier Alarcon – chitarra
Hugo Sanchez – chitarra
Hugo Alvarez – basso
Francisco Vera – batteria

Editor's Rating

Sandro Buti

Sandro Buti

Scrivo di heavy metal dai lontani e gloriosi anni Ottanta. Prima su fanzine più o meno amatoriali, poi dalla metà degli anni Novanta su magazine come Flash, Metal Hammer e Metal Maniac. Sono da sempre un cultore della scena underground, perché è ricca e perché è da lì che tutti arriviamo...

Post precedente

RHAPSODY REUNION – Il report del concerto @ Alcatraz, Milano – 07.06.2017

Post successivo

RAVEN + HIRAX - Le foto del concerto @ Blue Rose Club, Bresso (Mi) - 16.06.2017