Loud Albums

ELVENKING – ‘Secrets Of The Magick Grimoire’

Il nove è da sempre un numero pieno di significati, dalla geometria alla religione, dalla stella a nove punte alla Teogonia di Esiodo e alla musica. E gli Elvenking lo sanno bene, riempiendo di interpretazioni, dettagli e sfumature questo loro nono album in studio, ‘Secrets Of The Magick Grimoire’. Un disco che appare immediatamente importante ed ambizioso dalla solida struttura dei pezzi ad una produzione impeccabile, curata da Simone Mularoni (DGM). Pur allontanandosi dalla leggerezza più ariosa e deliziosamente ruffiana di ‘The Pagan Manifesto’, il marchio del gruppo rimane sempre ben visibile e fedele a sé stesso, con grandi cavalcate power ed elementi folk disseminati ovunque. Ma sembra esserci in questo nuovo lavoro un desiderio di scrutare le ombre e l’oscurità, di riscoprire il tocco più pesantemente metal degli esordi, per un risultato davvero convincente. I segreti di questo disco si svelano poco a poco in dodici pezzi, ma basterebbe l’epicità di ‘Invoking The Woodland Spirit’, opener raffinata ed intensa per calarsi in un’atmosfera più densa che mai, che rivela le intenzioni del gruppo. Con un uso più intenso del growl ed un costante, martellante lavoro degli instancabili Jakob e Lancs, il sound di questo nuovo disco appare roccioso e travolgente, ma non si allarmino i fans che amano le atmosfere più danzerecce della band, non mancano gli episodi più luminosi come ‘Draugen’s Maelstrom’ e ‘Summon The Dawn Light’. Le malinconiche atmosfere di ‘Straight Inside Your Winter’ si alternano alle scariche elettriche di ‘A Grain Of Truth’ e ‘The Voynich Manuscript’, ma troviamo un bilanciamento perfetto di tutti questi elementi in due episodi che sembrano essere i veri highlights del disco: ‘The Horned Ghost And The Sorcerer’ e ‘The Wolves Will Be Howling Your Name’. Godibilissimi rimandi a gruppi come Blind Guardian e Skyclad ci fanno riassaporare il gusto del power metal anni Novanta, con una menzione particolare al cantato di Damna che ci fa sussultare nella profondissima ‘At The Court Of The Wild Hunt’ con un richiamo a Kai Hansen e ai Gamma Ray dei tempi più splendenti. Un lavoro che appare maturo, in un percorso artistico e creativo che gli Elvenking sembrano affrontare con tutti gli strumenti giusti, prendendosi del tempo e componendo pezzi che richiedono attenzione per essere ascoltati e compresi. Crescita sotto ogni punto di vista, sempre sotto il segno di una personalità originale e di un gran carattere: la qualità di questi ingredienti che non può che garantire un piatto ben riuscito, ed ecco perchè ‘Secrets Of The Magick Grimoire’ può accontentare i palati più esigenti.

Tracklist:
01. Invoking The Woodland Spirit
02. Draugen’s Maelstrom
03. The One We Shall Follow
04. The Horned Ghost And The Sorcerer
05. A Grain Of Truth
06. The Wolves Will Be Howling Your Name
07. 3 Ways To Magick
08. Straight Inside Your Winter
09. The Voynich Manuscript
10. Summon The Dawn Light
11. At The Court Of The Wild Hunt
12. A Cloak Of Dusk

Line-up:
Damna – voce
Aydan – chitarra
Rafahel – chitarra
Jakob – basso
Lancs – batteria
Lethien – violino

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

HAMMER OF DOOM XII - Il running order del festival

Post successivo

TAAKE - Ascolta 'Interrenger' dal nuovo 'Kong Vinter'