Loud Albums

ECNEPHIAS – ‘The Sad Wonder Of The Sun’

Non hanno davvero paura di nulla, gli Ecnephias. Con oltre vent’anni di esperienza sulle spalle, la band originaria di Potenza non smette mai di esplorare le proprie risorse musicali, rimettendosi costantemente in gioco e spingendosi con entusiasmo negli oscuri meandri del dark e dell’extreme metal. Che poi, intendiamoci, come non immaginarsi i componenti di questo gruppo che sorridono beffardi davanti a queste definizioni, di fronte alle etichette? Perché tirar fuori un album come ‘The Sad Wonder Of The Sun’, squisitamente dark anni Ottanta, dopo quel meltin pot straordinario di generi che era il precedente ‘Ecnephias’, è davvero coraggioso. La padronanza della propria tecnica, la solidità di un gran carattere e la consapevolezza di un gusto davvero raffinato, sono le reti di sicurezza di questa band che senza paura si lancia nel vortice di questo nuovo lavoro, con la delicatezza di una ‘Gitana’, ponte di collegamento tra il disco del 2015 e ‘The Sad Wonder Of The Sun’. Il delicato soffio di Raffaella Cangero impreziosisce ‘Povo De Santo’ ed introduce in punta di piedi le fosche tinte di ‘Sad Summer Night’. Questa prima parte del disco sembrava quasi assestata intorno ai familiari riferimenti a Moonspell, Type O Negative e all’ondata ottantiana dai Sister Of Mercy ai Joy Division, ma arriva ‘Nouvelle Orleans’ a farci ritrovare la vena geniale degli Ecnephias, con il suo andamento reggae che ben presto sfocia nel pezzo più oscuro e malinconico del disco. Le spirali costruite dalle chitarre di Mancan e Nikko in ‘A Stranger’ sono eccezionali, crescono e portano tutto il livello del lavoro davvero in alto. Nei tre pezzi finali, dove aleggia un tocco di The Smiths, la tensione scema e si stempera in un ritmo più rilassato, pieno di luci ed ombre. Un album accattivante, ricco di atmosfere, dove il buongusto la fa da padrone a partire dallo splendido artwork, evocativo ed elegantissimo. Un gruppo da scoprire e da ascoltare con attenzione, vi colpiranno con la loro originalità e sarà un colpo che ricorderete.

Tracklist:
01. Gitana
02. Povo De Santo
03. Sad Summer Night
04. The Lamp
05. Nouvelle Orleans
06. A Stranger
07. Quimbanda
08. Maldiluna
09. You

Line-up:
Mancan – voce, chitarra
Nikko – chitarra
Sicarius – tastiere, piano
Khorne – basso
Demil – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

JOHN BUSH - È arrivato il momento per un tour speciale con i pezzi degli ANTHRAX?

Post successivo

THREE EYES LEFT - I dettagli del nuovo album 'The Cult Of Astaroth', singolo online