Loud Reports

DESTRUCTION – Il report del concerto @ Circolo Colony, Brescia – 17.09.2016

Riapre alla grande la stagione live del sempre più apprezzato Circolo Colony e questa volta sotto il segno del thrash metal teutonico dei Destruction, band che sicuramente non ha bisogno di presentazioni.

Aprire le danze tocca alle brasiliane Nervosa, female band che propone un seminale thrash metal (che a tratti ricorda appunto i Destruction) non tecnicissimo, ma micidiale e battagliero dal vivo. La cantante-bassista Fernanda vomita sul pubblico il suo scream disturbante, che ben si lega ai riff tellurici della bionda chitarrista Prika. La setlist pesca molto dall’ultimo, pluriacclamato ‘Agony’ e si hanno i primi accenni di pogo della serata. Ottimo inizio!!

La macchina del tempo ci riporta ai primi anni ’80 con gli svedesi Enforcer, forti di un nuovo album fresco ed impattante come ‘From Beyond’. La carica esplosiva on stage va a braccetto con la mostruosa tecnica dei biondocriniti musicisti, a loro agio sia nelle canzoni più cadenzate come la title-track dell’ultimo disco che nelle fucilate speed metal come ‘Mesmerized By Fire’. Pelle nera, borchie, stivali e sudore: ingredienti perfetti per questo piccolo salto indietro nel tempo.

La devastante ‘Seventh Seal’ apre come meglio non si potrebbe lo show della cult-band americana Flotsam And Jetsam, capitanata come sempre da un Eric AK questa sera in ottima forma vocale. L’ultimo album omonimo non ha nulla da invidiare alle pietre miliari del passato e pezzi come ‘Iron Maiden’ e ‘Monkey Wrench’ non fanno che confermare quanto appena detto. Ovviamente nei 50 minuti a disposizione del combo dell’Arizona non possono mancare perle come ‘No Place For Disgrace’ e ‘Desecrator’, brani che appartengono di diritto all’Olimpo del thrash metal e che scatenano il delirio nel pit. Ancora una volta una prova maiuscola per la band di Eric e soci, da anni ormai una garanzia. Inossidabili!!

Il nuovo ‘Under Attack’ è l’ennesimo pretesto per rivedere dal vivo ancora una volta i Destruction guidati come sempre dal buon Schmier. Lo show di questa sera sarà un susseguirsi incredibile dei classici che hanno reso grande la band tedesca, come ‘Thrash Attack’ (suonata per la prima volta in Italia) e ‘Total Desaster’. Mike alla chitarra è solito instancabile trita-riff, mentre il drummer polacco Vaaver è un vero e proprio Panzer da guerra che non fa prigionieri. Il pubblico si scatena su pietre miliari del thrash come ‘Curse The Gods’ e l’inno ‘Thrash Till Death’, prima che una indiavolata ‘Bestial Invasion’ chiuda uno show maiuscolo ed una giornata di metal che ricorderemo per molto tempo e che consacra ancora una volta il Circolo Colony come vero e proprio tempio del metal più genuino e di culto. Alla prossima!

Foto di Luca Bernasconi

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

KILLIN’ BAUDELAIRE - I dettagli del nuovo EP 'It Tastes Like Sugar'

Post successivo

OVERKILL - Slitta a febbraio 2017 il nuovo album e primo singolo a novembre