Loud News

DECAPITATED – Accusati di violenza sessuale di gruppo

Riportiamo in traduzione quanto pubblicato da Blabbermouth.net quest’oggi:

Tutti e quattro i membri della band death metal polacca DECAPITATED sono stati accusati di aver violentato in gruppo una donna nel bagno del loro tour bus, dopo il concerto tenutosi a Spokane, Washington lo scorso 31 agosto.
Secondo i documenti legali ottenuti dal giornale The Spokesman-Review, la presunta vittima e un’amica hanno raccontato alla polizia di Spokane che erano state invitate dai membri della band a bere qualcosa sul loro tour bus dopo lo show al The Pin. Una delle due donne “ha descritto di essere stata molto eccitata dal fatto di essere sul bus e successivamente uno dei membri della band ha cominciato ad afferrarle il seno”, dice uno dei documenti. “È stato successivamente identificato come il batterista, Michal Lysejko.”
La stessa donna “era a disagio e ha detto che gli altri membri della band hanno iniziato a parlare tra loro in polacco”, cita il documento. “Ha descritto che l’atmosfera sul bus a quel punto è cambiata e che uno dei membri del gruppo ha iniziato a guardarle come se fossero state delle prede”.
La donna ha raccontato che il cantante Rafal Piotrowski ha iniziato a baciarla nonostante lei si stesse opponendo e lui ha iniziato a slacciarsi la cintura dei pantaloni. La donna “ha provato a respingere Piotrowski ma lui l’ha presa per il braccio e l’ha fatta girare in modo da essere di fronte al lavandino e allo specchio del bagno” dicono i documenti. “Ha potuto vedere sia nello specchio chee con la coda dell’occhio ogni membro della band violentarla a turno”.
Lo stupro è stato denunciato quando la donna ha ricevuto una chiamata dalla sua amica, la quale era stata fermata in un’altra parte della città per sospetto di guida in stato d’ebbrezza.
La presunta vittima è stata portata in ospedale per accertamenti ed è stata verificata la presenza di “considerevoli lividi sulle braccia, causati dall’essere stata immobilizzata con la forza” e “piccole abrasioni alle nocche ricoperte da croste”. La donna ha raccontato che durante lo stupro “ha ripetutamente preso a pugni il muro per cercare di distrarsi da quello che le stava succedendo”.
Interrogato dai detective del Los Angeles County Sheriff’s Office, Lysejko: “non ha commentato altro se non che non sapeva chi fossero le due ragazze”, quando gli sono state mostrate le loro foto.
Il chitarrista Waclaw Kieltyka ha dichiarto di aver visto sia Piotrowski che il bassista Hubert Wiecek avere un atto sessuale con la donna nel bagno. Piotrowski: “Ha ammesso che un party era in corso, a cui le donne stavano partecipando. A questo punto ha richiesto un avvocato e un interprete, rifiutando di rilasciare ulteriori dichiarazioni”, riportano i documenti.
Wiecek ha ammesso che le donne erano sul bus, ma ha aggiunto che “era seduto su una poltrona e non ha visto quello che stava succedendo. Ha poi detto che necessitava di un interprete così da non creare fraintendimenti. Ha aggiunto anche che nessuno è stato costretto a salire sul bus e che non ricorda cosa sia successo”.
Kieltyka ha acconsentito alla raccolta di un campione di DNA come prova, mentre Piotrowski e Wiecek hanno rifiutato.
I membri della band Decapitated sono stati arrestati lo scorso sabato, in mattinata, subito dopo il loro concerto al The Observatory di Santa Ana, California. Al momento si trovano nella Los Angeles County Jail, in attesa di estradizione verso Spokane.
L’avvocato dei Decapitated Steve Graham ha dichiarato al The Spokesman-Review che i suoi clienti “hanno intenzione di combattere contro le accuse a loro rivolte e che sono completamente fiduciosi del fatto che anche l’altro lato della faccenda sarà presto reso noto”. L’avvocato aveva precedentemente dichiarato che sia lui che i suoi clienti hanno “testimoni in grado di confermare che l’accusa si sia recata a visitare la band di sua spontanea volontà e che si siano congedati in buoni rapporti”.

I Decapitated sono attualmente in tour in Nord America in supporto al loro settimo album, ‘Anticult’, pubblicato lo scorso 7 luglio su Nuclear Blast Records.

decapitated_t1170

Giulia Mascheroni

Giulia Mascheroni

"I know I don't belong/And there's nothing I can do/I was born too late/And I'll never be like you" potrebbe essere la summa della mia adolescenza solitaria, passata ad imparare a memoria album, biografie e testi.
Dal 2013 vivo a Londra e, a parte sopravvivere, tutta la mia vita ruota attorno alla musica dal vivo, dalle vecchie glorie del passato alle band più underground.
Dal 2014 collaboro con Rock Hard Italia e Classic Rock Lifestyle e la mia missione personale è cercare di far scoprire anche al pubblico italiano cosa è "in" o "out" da queste parti.
Nel tempo libero suono la batteria, ma questa è tutta un'altra storia.

Post precedente

ANNIHILATOR - In arrivo a novembre il nuovo album 'For The Demented'

Post successivo

MADHOUR - Annunciato il nome del nuovo chitarrista