Loud Albums

ARTHEMIS – ‘Blood-Fury-Domination’

Gli Arthemis devono aver riflettuto molto sulle aspettative che creano cinque anni di attesa e un titolo come ‘Blood-Fury-Domination’, prima di decidere di darsi in pasto a noi scribacchini e ai fans, categorie che qui, guarda caso, coincidono. Vi rovino subito la sorpresa: la band veronese ha confezionato un grande album, curato in ogni minimo dettaglio dal songwriting alla produzione, dal raffinatissimo artwork alla scelta e composizione della tracklist. Non ci sono momenti di vuoto, ogni singola nota è deliziosamente incastrata in undici pezzi di puro, semplice, roccioso heavy metal. Se l’impatto di ‘Undead’ è straripante di energia, è la personalità di pezzi come ‘Blood Red Sky’ e ‘Blistering Eyes’ che spiana la strada verso un giudizio entusiasta dell’intero lavoro. La dolcezza di ‘If I Fall’ sparge il suo miele con la struggente interpretazione di un ispirato Fabio Dessi, che dimostra versatilità e qualità in ogni piega ed anfratto di questo disco. Ma il tempo di prendere fiato è finito, gli Arthemis ci trascinano nel vortice martellante di ‘Warcry’, uno degli highlights di questo ‘Blood-Fury-Domination’, con gli assoli di Andy Martongelli che faranno felici i fans più tradizionalisti e legati alla SF Bay Area ottantiana. Sentite il bisogno di toni più epici e magniloquenti? Eccovi accontentati con una tripletta dove quasi si sente il clangore delle spade: ‘Into The Arena’, ‘Dark Fire’ e ‘Firetribe’, un blocco monolitico che incalza pesante, diluendo però nella potenza la personalità dimostrata fin qui dal gruppo. Ma l’attenzione torna subito altissima con la sferzante ‘Inner-Fury Unleashed’, che unisce perfettamente tradizione e modernità per un risultato di grande efficacia. Si chiude con la cavalcata furiosa di ‘Rituals’, che riprende i capisaldi di tutto il disco e completa il quadro con una pennellata preziosa. Abbiamo speso anche troppe parole per descrivere questo lavoro, adesso è il momento di premere play, alzare il volume al massimo e farsi travolgere, perché gli Arthemis non hanno mezze misure e non fanno prigionieri.

Tracklist:
01. Undead
02. Black Sun
03. Blood Red Sky
04. Blistering Eyes
05. If I Fall
06. Warcry
07. Into The Arena
08. Dark Fire
09. Firetribe
10. Inner-Fury Unleashed
11. Rituals

Line-up:
Fabio Dessi – voce
Andy Martongelli – chitarra
Giorgio “JT” Terenziani – basso
Francesco “Kekko” Tresca – batteria

Editor's Rating

Fabiana Spinelli

Fabiana Spinelli

Classe 1983, iniziata dai Metallica, stregata dagli Helloween ed infettata dai Mercyful Fate. Una passione per tutta la musica rock e metal, dal thrash al death, dal progressive all'AOR, portatrice sana di power metal. Sono cresciuta collezionando le care vecchie riviste musicali, vivo per la musica live, incollata alle transenne dei concerti di mezzo mondo. Ho collaborato per tanti anni con Heavy Worlds, speaker radiofonica per Radiogas.it con la mia trasmissione 'Sick Things', dove unisco l'amore per la musica a quello per la letteratura e il cinema horror.

Post precedente

ROYAL HUNT - Guarda il live video di 'Wasted Time'

Post successivo

SKELETOON - Ascolta 'The Awakening' dal nuovo album 'Ticking Clock'