Loud Albums

ANNIHILATOR – ‘Triple Threat’

L’espressione “Triple Threat”, che tradotta dall’inglese significa “tripla minaccia”, è spesso usata nel mondo del wrestling per descrivere un incontro che vede affrontarsi contemporaneamente tre diversi avversari. Non sappiamo se Jeff Waters, il mastermind degli storici thrashers canadesi Annihilator, condivida con il sottoscritto la passione per il wrestling, di certo ha creato con ‘Triple Treat’ un package assolutamente imperdibile per i supporters del gruppo canadese. L’ “incontro” qui immortalato è quello tra le tre diverse anime della band. C’è quella più canonica che vede la band filmata e registrata della nella consueta veste elettrica in occasione dello show al celebre festival tedesco Bang Your Head davanti ad una folla imponente (disco 1). Il set contiene un excursus di un’oretta che va a pescare un po’ in tutti i periodi della band. Oltre ai classici immancabili ‘Alison Hell’, ‘Never Neverland’ e ‘King Of The Kill’ e trovano posto anche brani arcinoti ai fans come ‘W.T.Y.D.’ e ‘Refresh The Demon’. Dopo l’abbandono del vocalist Dave Padden ed il ritorno dietro al microfono di Waters era lecito attendersi un buon numero di estratti dall’album per eccellenza con Jeff alla voce, quel ‘King Of The Kill’ omaggiato pure dall’esecuzione della pregevole ‘Bliss’ e di ‘Second To None’. Il recente passato del gruppo è rappresentato dalla nuovissima ‘Creepin’ Again’ da ‘Suicide Society’ e dalla notevole ‘No Way Out’ dall’ancora migliore ‘Feast’. Nel complesso un buon live per un gruppo ancora credibile e convincente.
Il secondo disco è un’autentica sorpresa, con gli Annihilator che vanno a pescare alcuni dei brani più melodici della propria discografia, li spogliano di ogni traccia elettrica e li riarrangiano in versione acustica. Jeff sognava di fare qualcosa di simile da tantissimi anni, poi, un giorno, la visione di alcuni classici dei Van Halen riarrangiati in versione acustica l’ha convinto a portare avanti questo progetto. Oltre all’attuale line-up a tre degli Annihilator si sono riuniti alla band per registrare dal vivo in studio queste tracce il drummer ed apprezzato vocalist Mark LeFrance ed il chitarrista Pat Robillard. Il risultato è un unplugged dove le chitarre regnano sovrane, con Waters davvero bravo ad addomesticare con l’acustica uno strumentale tecnico come ‘Crystal Ann’ o brani che diventano di puro melodic rock come ‘Bad Child’ ed ‘Innocent Eyes’. Alla fine sembra di ascoltare più i Tesla o dei Journey più che una thrash metal band, con la voce di LeFrance sugli scudi. L’effetto rilassante, malinconico ed emozionale di queste versioni di ‘Sounds Good To Me’ o di ‘Phoenix Rising è un piacere per le orecchie dei metallari dal cuore più tenero e dalla spiccata propensione melodica.
Il terzo contendente (ovviamente il disco 3) è quello dove la band si svela un po’ attraverso un breve documentario, senza dimenticare l’interessante parte video dei concerti testè descritti. In buona sostanza, al prezzo di un cd potrete gustarvi un saggio delle capacità di una delle migliori bands di thrash metal tecnico, ed avrete la possibilità di esplorare pienamente per la prima volta il lato più melodico e soft del suo repertorio scoprendo qualcosa di nuovo su Jeff Water e dei suoi pards. Un acquisto obbligato per tutti i fans.

Tracklist:

Disc 1: Live at the Bang Your Head Festival
01. King of the Kill
02. No Way Out
03. Creepin’ Again
04. Set the World on Fire
05. W.T.Y.D. (Welcome to Your Death)
06. Never, Neverland
07. Bliss
08. Second to None
09. Refresh the Demon
10. Alison Hell
11. Phantasmagoria

Disc 2: Unplugged – The Watersound Studios Sessions
01. Sounds Good to Me
02. Bad Child
03. Innocent Eyes
04. Snake in the Grass
05. Fantastic Things
06. Holding On
07. Stonewall
08. In the Blood
09. Crystal Ann
10. Phoenix Rising

Disc 3 (video):
Chapter 1: Un-Plugged -The Watersound Studios Sessions
Chapter 2: Annihilator – Live at the Bang Your Head Festival
Chapter 3: Annihilator Summer Mini-Documentary 2016

Bonus material:
Jeff Waters commentary on The Watersound Studios Sessions

Line-up:

Jeff Waters – vocals, lead and rhythm guitar on all tracks
Aaron Homma – rhythm guitar on all tracks
Rich Hinks – bass on all tracks
Fabio Alessandrini – drums on live tracks
Marc LeFrance – drums on acoustic tracks
Pat Robillard – guitar on acoustic track

Editor's Rating

Massimo Incerti Guidotti

Massimo Incerti Guidotti

Ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi: tre incarnazioni del Sabba Nero in altrettante decadi, il canto di un Dio tra Paradiso (Perduto) ed Inferno, i fiordi ed i Kamelot in Norvegia, lo Sweden Rock Festival, il Fato Misericordioso ed il Re Diamante, il sognante David Gilmour a Pompei, i Metal Gods in Polonia, uno straziante Placido Domingo alla Scala. Sono stato sommerso dal fango in Svizzera per il 'Big 4'... ma sono ancora qui. E tutti quei momenti non andranno mai perduti nel tempo, perchè: "All I Want, All I Get, Let It Be Captured In My Heart".
Modenese, metallaro, milanista, nonostante tutte le sue nefandezze, amo la vita e la possibilità che l'arte (a 360°: in primis cinema, letteratura e fumetti) mi offre di viaggiare con la mente sprigionando la mia fantasia. Basta un disco o un concerto per sentirsi in Finlandia sotto una nevicata, anche se il paese più affascinante e variopinto del mondo rimane la nostra Italia. Doom on!

Post precedente

INGLORIOUS - Ascolta 'Making Me Pay' dal nuovo album 'II'

Post successivo

PALLBEARER - At The Mountains Of Madness