Loud Reports

ALTHEA – Il report del concerto @ Rock ‘n’ Roll, Rho (Mi) – 14.05.2017

Qualche mese fa ci è giunta in redazione una graditissima sorpresa, un album di una band milanese che trascende le barriere dei generi musicali andando a creare un caleidoscopico mosaico di suoni che definiremmo a dir poco magnetico (qui la recensione di ‘Memories Have No Name’). Dopo un po’ di tempo i Nostri hanno finalmente avuto l’opportunità di presentare il loro lavoro al grande pubblico, in una calda e tranquilla serata di maggio meneghina. Il compito di rompere il ghiaccio è toccato agli Overlapping Thoughts, giovane gruppo milanese le cui sonorità spaziano tra prog, prog metal ed alternative metal. Un bel mix dal grande impatto visivo ed uditivo e che dal vivo ha un suo perché. Ottima la prova dell’eclettico cantante Stefano, frontman dalla voce veramente versatile ed espressiva. Sentiremo parlare molto presto degli Overlapping Thoughts. Dopo un rapido cambio palco ecco che i quattro musicisti degli Althea fanno il loro ingresso on stage, con i volti tinti di una genuina emozione dovuta ad un ritorno in sede live che mancava ormai da troppo tempo. L’elevata tecnica del combo milanese ed il loro amore spassionato per la musica in ogni sua forma sono però più forti di quella trepidazione che ti fa tremare mani e gambe al momento di varcare la soglia che separa la realtà dall’eterea dimensione musicale. Dario e soci sono quindi pronti per prenderci per mano ed accompagnarci all’interno del loro concettuale viaggio ‘Memories Have No Name’, un percorso emotivo e fatto di sentimenti contrastanti, resi ottimamente questa sera da un’esibizione maiuscola e calda. I brani che compongono il full lenght di cui sopra sono piccole pennellate che possono essere apprezzate appieno solamente facendo due passi indietro ed osservando il quadro sonoro nel suo insieme e provando ad immergersi nella storia che la suadente voce di Alessio ci ha raccontato con puro trasporto. Sarebbe inutile e riduttivo soffermarsi su ogni singola canzone, un concept album è un concept album anche quando viene riprodotto on stage, con tutte le sue sfaccettature e le sue sfumature. La sezione ritmica targata Andrea-Sergio ha innalzato delle vere e proprie impalcature solide ed inscalfibili, fatte di ariosi giri di basso e imaginifici giochi di batteria sempre diversi l’uno dall’altro. Un piacere per gli occhi e per le orecchie…e per l’anima ovviamente. A metà show l’intimità ed il rapporto creato tra band e pubblico hanno raggiunto il loro massimo grazie ad un medley acustico che Dario e Alessio hanno voluto regalarci per ricordarci il passato recente degli Althea riemerso dal precedente ‘Eleven’. La musica degli Althea è alfa e omega, Yin e Yang, bianco e nero, una convergenza di stili ed influenze tutte diverse l’una dall’altra. Prog? Rock? Pop? Metal? Sì e no. Tutto e niente. Non resta che sedersi ed ascoltare disfandosi di ogni tipo di preconcetto e preclusione e farsi avvolgere dalle spire di una creatura musicale unica e viva più che mai.

Foto gentilmente concesse da Federico Buonanno.

althea 3

althea 2 althea 1

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

MAJESTY - Guarda il video di 'Heroes In The Night'

Post successivo

HELKER - Into the Fire