Needful Things

ALEX OGG – ‘California Über Alles – Le origini dei Dead Kennedys’

dead kennedys

Autore: Alex Ogg
Editore: Tsunami Edizioni

“… una lezione su quanto alcune faide si annidino in profondità” ed ancora “… le parti avverse , a questo punto, si erano ridotte a Biafra (Jello) contro il chitarrista East Bay Rai”. Queste due frasi estrapolate dall’introduzione di questo bel libro, ci fanno subito comprendere a cosa andremo incontro. Una biografia interessante, coinvolgente, che fotografa una California che fa da sfondo a politica, cultura e rivoluzione e che ci mostra la storia di una band da diversi punti di vista, spesso contrapposti. La liberale e libertina San Francisco vede – nel 1978 – la nascita della prima band punk ad avere un forte impatto anche in Inghilterra, che vede morire proprio in quegli anni i Sex Pistols, portabandiera di quel movimento che tanto colpi East Bay Ray (Ray Pepperell), al punto di pubblicare un inserzione su una rivista musicale per creare la “sua” band punk. Sin da quell’annuncio si poteva prevedere la nascita di qualcosa di particolare ed originale. Ray infatti specificò che cercava musicisti esperti, che sapevano suonare ed avevano un ottima tecnica individuale, indispensabile per poter creare senza barriere ed impedimenti, destrutturando così il mito che il punk poteva e doveva essere suonato da chiunque. Si arriva velocemente alla nascita della band e di come, già al loro primo concerto, riuscirono a catalizzare l’attenzione su di loro, merito sopratutto di un Jello Biafra che era riuscito a farsi conoscere ancora prima di calcare le assi di un palco. Biafra è un accentratore, un istrione. Citiamo testualmente: “lo spettacolo di ‘The Biafra’ vedeva spesso membri del pubblico salire sul palco per cercare di imitarlo, come una sorta di corpo di ballo chiassoso ed ironico”. Ironia, l’arma definitiva dei Dead Kennedys (nome che gli provocò non pochi problemi in moltissimi stati), i quali vedevano nei testi di Biafra un attacco continuo e spietato contro la politica americana. Ironia che vide anche Jello Biafra candidarsi per il posto di governatore della California, con un programma politico che andava dall’impegno reale alla provocazione delirante. Per la cronaca, si piazzò al quarto posto con oltre 6000 voti. A quanto pare i Dead Kennedys arrivarono quando il punk era ormai morto, ma Biafra non la pensa così: “Non era finita. O suoni perché ti piace suonare o non suoni affatto. Non suoni per firmare un contratto. Non suoni per diventare ricco e famoso, suoni perché vuoi suonare”. Il libro è molto bello ed è ricco di illustrazioni e pagine estrapolate da diverse riviste musicali, fotografie rare ed una interessante storia della band a fumetti. Si passa da aneddoti (spesso visti in modo differente e raccontati in versioni diametralmente opposte dai diversi protagonisti) curiosi, necessari a dipingere la follia e l’estro di Biafra a piccole recensioni dei loro lavori. Il libro focalizza la propria attenzione sullo storico ‘Fresh Fruit For Rotting Vegetables’, un disco ritenuto “trasversale” ed in grado di divenire una pietra miliare anche al di là del genere hardcore/punk. A questo proposito vorremmo consigliarvi questo libro, che si chiude con l’intervento di diversi artisti che testimoniano il proprio amore per la band di Biafra. Restando nel nostro mondo metal – ricordandoci che siamo su Loud And Proud – citiamo figure a noi note come: Jeff Hanneman, Dave Grohl, Duff McKagan, Rob Flynn, David Ellefson. Una musica rivoluzionaria, un punto di rottura. Noi metallari dovremmo rispettare il punk, iniziando col dare un’occasione a questo bel libro.

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

RATA BLANCA - Addio al bassista Guillermo "El Negro" Sanchez

Post successivo

FLAVROS - 'Det Svarta Riket'