Loud Albums

KÊRNYX – ‘Kêrnyx’ EP

Debutto discografico per le Kêrnyx, band (quasi) tutta al femminile proveniente dalle bellissime Marche. Stilisticamente le Nostre si muovono tra oscure sonorità heavy rock figlie di devianti rituali nei boschi appenninici e richiami al proto metal di fine anni Settanta, andando così a creare un ottimo mix di atmosfere sabbathiane e cavalcate che guardano senza paura alla terra d’Albione. Strumentalmente nulla da dire; buone idee in fase di songwriting e una buona tecnica esecutiva fanno sì che i quattro pezzi racchiusi in questo omonimo EP risultino alquanto piacevoli e accattivanti. C’è da lavorare però un po’ sulla voce. O meglio… l’opener ‘Queen Of The Kings’ fa emergere alcune piccolissime lacune nella prestazione di Laura, ancora abbastanza anonima e poco sanguigna quando si deve giostrare tra linee vocali medio-basse. Fortunatamente il risultato cambia sensibilmente nel momento in cui la singer alza i propri registri, come nella successiva ‘Alpan’, in cui è proprio la voce di Laura a farla da padrone e rapirci con le sue spire acide e contorte, senza per forza risultare tecnicamente perfetta… ma chi se ne frega! A noi piace così! ‘Kêrnyx’ è un buon EP che lascia intravedere il potenziale della band tricolore, pronta a puntare traguardi importanti una volta che i piccoli difetti di cui sopra verranno definitivamente limati. In bocca al lupo (grigio appenninico ovviamente)!

Tracklist:
01. Queen of the Kings
02. Alpan
03. Day of Wrath
04. Immortal Sin

Line-up:
Laura – voce
Elisabetta – chitarra, basso (tracce 2 e 4)
Ilaria – basso (tracce 1 e 3)
Michele – batteria (tracce 1 e 3)

Editor's Rating

Martino Brambilla Pisoni

Martino Brambilla Pisoni

Amante del metal e del rock fin da bambino (cresciuto a pane e Litfiba da mio fratello), della montagna, del Milan ed ovviamente della Spagna. Nel mio piccolo alfiere del metal spagnolo in Italia, faccio la spola tra Lecco e Madrid per poter assistere ai numerosi concerti delle band iberiche che da quasi 40 anni infiammano con il loro metal dannatamente classico il suolo spagnolo.

Post precedente

ENZO RIZZI - La back-cover del #3 di Heavy Bone

Post successivo

TIMO KOTIPELTO & JANI LIIMATAINEN - Tre date in Italia a novembre