Loud Albums

CRAVEN IDOL – ‘The Shackles Of Mammon’

I londinesi Craven Idol omaggiano il black metal nel modo più totale ed ossequioso possibile e non lo fanno pittandosi il viso come sedicenti panda, ma tornando indietro nel tempo, tributando quella “prima ondata” che segnò il confine – già labile – tra heavy metal ed “evil” metal. I Nostri suonano palesemente ispirati da gruppi come Hellhammer, Celtic Frost (dai quali mutuano anche il leggero  war painting utilizzato da Tom Gabriel Fischer), Mercyful Fate e primissimi Kreator. Suonano in modo grezzo ed ispiratissimo, con un (occhio!) Immolator Of Sadistik Wrath (?) che canta realmente come un invasato, cercando di non controllare la propria voce dirigendola verso derive fredde ed acide, ma semplicemente sputando fuori le parole a pieni polmoni, in modo sguaiato, selvaggio, primordiale, un po come il nostro Steve Sylvester insegnò a fare con la sua ‘Cursed Mama’ (esempio di cantato black metal ante litteram). Pensate forse che i Bathory restino fuori da questa musicale festa pagana? Non solo lo spirito di ‘Under The Sign Of The Black Mark’ (1987) aleggia su tutto questo interessante ‘The Shackles Of Mammon’, ma anche la loro incarnazione più epica è parimenti omaggiata, evidente esempio ne è il brano intitolato ‘The Trudge’. Insomma gli inglesi sembrano spesso avvicinarsi ai più recenti Darkthrone, in un circolo virtuoso e magico che solo la musica può regalarci, con band che evolvono, facendo un giro completo su loro stesse per poi tornare a tutto ciò che le ha influenzate e fatte nascere. Bellissimo il dipinto utilizzato come copertina, realizzato dal bravissimo artista Daniel Corcuera, un pittore molto vicino per stile e temi al grande maestro Paolo Girardi. Un disco che non inventa nulla di nuovo, ma ci fa sentire fieri di essere dei metallari vecchi ed estremi…o forse solo estremamente vecchi.

Tracklist:
01. Pyromancer
02. A Ripping Strike
03. Black Flame Divination
04. The Trudge
05. Dashed To Death
06. Mammon Est
07. Hunger
08. Tottering Cities Of Men

Line-up:
Immolator Of Sadistik Wrath – voce, chitarra
Obscenitor – chitarra
Suspirial – basso
Heretic Blades – batteria

 

Editor's Rating

Alberto Biffi

Alberto Biffi

Alla tenera età di 11 anni fui folgorato sulla via di Damasco da una voce divina e soprannaturale (Bruce Dickinson), che mi guidò sulla retta via del Signore (R.J. Dio). Da allora ho vagato nel mondo metal cercando la mia giusta collocazione; dapprima come groupie (ma dovetti rinunciare presto, troppo brutto e peloso), poi come musicista coinvolto in innumerevoli progetti nell'area rock lombarda ed infine come umile scribacchino digital-musicale. Già redattore per Truemetal.it, Italiadimetallo.it, Metalitalia.com, Suonidistortimagazine.it ed altre innumerevoli realtà minori ma sempre e comunque professionali ed appassionanti, mi accingo ad iniziare questa nuova entusiasmate avventura con loudandproud.it.

Post precedente

ASTRAL DOORS - I dettagli del nuovo album 'Black Eyed Children', video online

Post successivo

CRAZY LIXX - 'Ruff Justice'